Covid in Fvg, la provincia di Pordenone nuovo epicentro della pandemia: i comuni più colpiti e la spiegazione

Domenica 9 Gennaio 2022 di Marco Agrusti
La mappa dei comuni più colpiti dal Covid

La vicinanza al Veneto, regione letteralmente assediata dalla variante Omicron e con una delle incidenze più alte d’Italia. Gli spostamenti e gli scambi - storici e naturali - tra le due aree, in particolare tra il Trevigiano e la zona del Livenza. La minore esposizione all’ondata autunnale, quella nata ed esplosa nelle province di Trieste e Gorizia. È la provincia di Pordenone, adesso, l’epicentro della pandemia in regione. E anche il principale motore di diffusione della variante Omicron, che nel Friuli Occidentale ha raggiunto il 74% dei casi contro il 70 a livello regionale. E se è vero che la maggior parte dei casi si verifica in provincia di Udine, lo è altrettanto il fatto che nel Pordenonese si registra l’incidenza più alta in relazione alla popolazione. 

LA MAPPA
La cartina del Fvg della Protezione Civile è cromaticamente immediata. Quasi tutta la provincia di Pordenone è colorata di blu scuro. C’è un “buco” bianco rappresentato da Andreis, che ha zero contagi. Poi ci sono Barcis, Cimolais e Andreis in azzurro. In tutti gli altri comuni ci sono più di 20 casi ogni mille abitanti. Non era mai successo. A Travesio l’incidenza in assoluto più alta, con 59 positivi ogni mille abitanti. Anche in provincia di Udine ci sono comuni in blu scuro, come ad esempio Faedis e Artegna. Ma niente di paragonabile rispetto a quanto accade al confine con il Veneto, dove la situazione dei contagi è precipitata. 


LA SPIEGAZIONE


«Da Natale - ha detto il dg dell’AsFo Polimeni - abbiamo visto l’incidenza prima raddoppiare, poi triplicare rispetto all’anno scorso». «Il Veneto ha un contagio molto alto - ha replicato Riccardi - e il Pordenonese risente di questa situazione. Fortunatamente il vaccino ha spezzato il legame stretto con le ospedalizzazioni». 

 

Ultimo aggiornamento: 21:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA