Coronavirus: aperti i cantieri per realizzare i nuovi reparti di terapia intensiva

Giovedì 19 Marzo 2020
Terapia intensiva
TRIESTE -  Al via in tutta la regione i cantieri per la realizzazione dei reparti di terapia intensiva negli ospedali del Friuli Venezia Giulia per far fronte a un eventuale picco dei casi di Covid-19 che necessitassero di ricovero e cure intensive. «Siamo al lavoro per ampliare le terapie intensive in Fvg» riporta sulla propria pagina facebook assieme a delle immagini del cantiere aperto all'ospedale di Cattinara (Trieste), il vicepresidente della Regione Fvg, con delega alla Salute e alla Protezione civile, Riccardo Riccardi, che segue l'evolversi dell'emergenza Coronavirus in regione dalla sede centrale della Protezione civile del Fvg di Palmanova (Udine).

Ieri è stato aperto il cantiere a Cattinara (Trieste), ma le maestranze sono al lavoro anche nei nosocomi di Udine, Pordenone, Gorizia e Palmanova per realizzare i nuovi reparti destinati a ospitare i casi più gravi di pazienti colpiti dal Coronavirus. Il Piano elaborato dalla Regione porterà a 94 posti di terapia intensiva: 15 all'ospedale di Cattinara a Trieste, 16 a Gorizia, 30 a Udine, 21 a Palmanova e 12 a Pordenone. «Siamo pronti a rafforzare il sistema sanitario del Friuli Venezia Giulia per far fronte alla diffusione del Covid-19 e per questo - aveva annunciato il presidente della Regione Fvg, Massimiliano Fedriga - e abbiamo predisposto un Piano di potenziamento delle terapie intensive. Dalle 29 attuali, con risorse proprie possiamo infatti arrivare a 94 terapie intensive destinate ai pazienti colpiti da coronavirus». «Inoltre - aveva aggiunto il governatore - nel caso arrivassero le forniture richieste a livello nazionale, potremo ampliare di 61 posti - tutti a Trieste - la nostra capacità di accoglienza, arrivando complessivamente a 155 terapie intensive: 45 nella struttura ospedaliera di Cattinara e 16 all'ospedale Maggiore». 
Ultimo aggiornamento: 15:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA