Cordenons. Il degrado non si ferma al cimitero. E la denuncia corre sui social

PER APPROFONDIRE: cimitero, cordenons, degrado
Cordenons. Il degrado non si ferma al cimitero. E la denuncia corre sui social

di Alberto Comisso

CORDENONS (PORDENONE) - «Incuria in cimitero». Le foto pubblicate sulla pagina Facebook Sei di Cordenons se devono aver contributo a smuovere una situazione che altrimenti, con ogni probabilità, sarebbe rimasta nel limbo chissà per quanto tempo ancora. Martedì, infatti, a sistemare l'area c'erano gli addetti che hanno provveduto a ripristinare lo stato dei luoghi. Nei giorni scorsi era stato l'assessore Giuseppe Netto, con celerità, a chiedere spiegazioni rispetto ai fatti immortalati nelle fotografie direttamente al responsabile della ditta che ha in mano l'appalto per la gestione del camposanto.

L'ATTACCO
«Quando il Comune provvede alle inumazioni (attraverso la ditta appaltatrice) - sottolinea l'assessore Netto - lascia i luoghi in perfetto ordine e con il ghiaino bianco steso sull'area. Il tutto in maniera confacente al luogo e al momento. Quello che si vede nelle foto è il risultato di un intervento privato, da parte della ditta di onoranze funebri che ha successivamente realizzato la posa dei marmi provvisori e, a seguire, quelli definitivi, lasciando sul posto il materiale di risulta, pur essendoci nel cimitero un'area appositamente dedicata. Il Comune, come altre volte, ha provvisto a ripristinare in maniera adeguata e dignitosa l'area. Considerato quanto i parenti del defunto pagano, dovrebbero essere i primi a pretendere che la propria ditta sia impeccabile. In ogni caso ho contattato le ditte che operano all'interno del cimitero, in modo da evitare che questi comportamenti si ripetano». 

LA SITUAZIONE
Sempre a proposito di cimitero, nei mesi scorsi era stato Domenico Pepe, consigliere comunale del Pd, a chiedere al sindaco di renderlo più decoroso. «Il cimitero era partito da questo presupposto il consigliere dem - è il luogo della memoria in cui è possibile rimanere in contatto con i propri cari e ricordarli. Decoro e silenzio sono requisiti essenziali affinché l'esperienza del visitatore possa raggiungere un livello adeguato di raccoglimento. Per questa ragione come gruppo consiliare abbiamo segnalato all'amministrazione la necessità di provvedere alla sistemazione dei marmi, in modo da ridurne al minimo il rumore ad ogni passaggio». Secondo Pepe «l'amministrazione ha già previsto alcuni interventi, che non ci risulta comprendano quelli evidenziati nell'interrogazione presentata. La pulizia, questione che attiene al decoro, è fondamentale per la serenità di chi si appresta ad entrare nel cimitero. Ecco perché abbiamo chiesto al sindaco di intervenire in tempi brevi sulla facciata principale, almeno con una pulizia con l'idropulitrice, e di spazzare il fogliame presente nell'area esterna. Sempre in tema di decoro abbiamo suggerito di procedere alle esumazioni solo in alcuni giorni dedicati oppure fuori dall'orario di apertura del camposanto al pubblico». Ulteriore tema sollevato era il completamento dell'area di conservazione delle ceneri delle cremazioni. 
Alberto Comisso
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 16 Agosto 2019, 13:34






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cordenons. Il degrado non si ferma al cimitero. E la denuncia corre sui social
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-08-17 23:08:36
Sarebbe pure bene ripristinare quelle scope che il tempo si è portato via. Anche questo aiuta le persone accorte a mantenere l'ordine.