Cinema, la Corazzata Potemkin
è pronta a zittire Ugo Fantozzi

Mercoledì 8 Ottobre 2014 di Lo.Ma.
Corazzata Potemkin, la celebre scena della scalinata di Odessa
4

PORDENONE - La Corazzata Potemkin è pronta a zittire il ragionier Ugo Fantozzi e a prendersi la sua piccola rivincita venerdì 10 ottobre, alle Giornate del Cinema Muto di Pordenone. Il film di Sergej Michajlovic Ejzenštejn, considerato un capolavoro della cinematografica mondiale, ma noto in Italia per la battuta di Paolo Villaggio, che storpia il nome del film (« Per me... La corazzata Kotiomkin... è una cagata pazzesca!») ne Il Secondo Tragico Fantozzi, di Luciano Salce, sarà proiettato alle ore 12 al Teatro Verdi in una versione da 50 minuti.

Il film che racconta l'episodio della ribellione dei marinai che diede inizio alla rivoluzione russa sarà proposto in una copia rarissima con la partitura originale composta dal musicista viennese Edmund Meisel che pareva andata perduta. Invece è stata ritrovata nei dischi originali del 1930, con in aggiunta dei piccoli dialoghi usati in post sincronizzazione per far vivere uno dei film muti più importanti della storia del cinema anche nell’epoca del sonoro.

Ascolta

Ci saranno parole, in tedesco, e si potranno ascoltare i passaggi e le sfumature originali della partitura di Meisel - composta in soli 12 giorni - considerata dai critici l'opera più congeniale per sottolineare il capolavoro di Eisenstein, fondendosi perfettamente col linguaggio ed il contenuto del film, che secondo il teorico del cinema Ejzenstejn “andava oltre la consueta funzione illustrativa delle colonne sonore dell’epoca”.

Una rivincita per un film che è stato non solo citato da Paolo Villaggio, visto che numerosi registi si sono ispirati alla scena della carozzina con il bambino che scende sulla scala di Odessa, a partire da Brian De Palma ne Gli intoccabili

Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre, 13:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA