Un contagio in più a Casa Serena, infettata un'operatrice. Via al trasferimento degli anziani positivi a Sacile

Mercoledì 23 Settembre 2020 di Redazione
Casa Serena

PORDENONE - Il primo “giro” di tamponi è terminato, e ora si può avere la fotografia fedele - al momento - relativa alla situazione del contagio a Casa Serena. Ieri la dirigenza della struttura per anziani di Pordenone si è svegliata con un’altra brutta notizia: c’è un’altra operatrice positiva al Coronavirus. Lavorava al terzo piano, dove sono stati trovati positivi alcuni ospiti di Casa Serena, e si trovava in ferie da circa una settimana. Al momento di rientrare in servizio nella struttura, si è sottoposta al tampone ed è risultata positiva. Prima di lasciare Casa Serena per il periodo di riposo, era stata a stretto contatto con una delle anziane contagiate e aveva svolto operazioni necessarie a distanza ravvicinata. In questo caso, quindi, l’origine del contagio appare chiara: il virus si è mosso dall’ospite all’operatrice. La dipendente di Casa Serena non è asintomatica: ha accusato qualche linea di febbre e un po’ di raffreddore. Un quadro clinico, il suo, che non preoccupa affatto gli esperti dell’Azienda sanitaria, che seguiranno il caso grazie alle Unità speciali di continuità assistenziali. La donna si trova in isolamento domiciliare e le sue condizioni sono già in netto miglioramento. Gli operatori di Casa Serena positivi al Coronavirus salgono così a cinque. Ad essere contagiato è stato anche un altro dipendente che non era al lavoro da diversi giorni. A loro devono essere aggiunti gli undici ospiti positivi, nessuno dei quali manifesta più i sintomi della malattia. Per quanto riguarda i dipendenti, i contagiati sono quattro Oss e un’infermiera. 
LE AZIONI
Giovedì a Casa Serena partirà il secondo giro di tamponi. L’azione di monitoraggio avverrà grazie alla collaborazione siglata con il policlinico San Giorgio. Si tratta di un’azione fondamentale, che permetterà di capire se il virus si sia fermato oppure se abbia proseguito la sua corsa nelle varie sezioni di Casa Serena. A sottoporsi al test saranno sia gli operatori rimasti in servizio (tra cui un’infermiera che ha scelto di lavorare 24 ore su 24 nella struttura) che gli ospiti risultati negativi al primo esame. Infine da stamattina - mercoledì 23 settembre, dieci anziani positivi su undici saranno trasferiti alla Rsa di Sacile: cinque partiranno oggi, gli altri cinque giovedì. Un’anziana è stata invece trasferita in Malattie infettive a Udine, ma solo perché la sua salute era compromessa in precedenza. 

Ultimo aggiornamento: 12:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA