Come difendersi dai ladri in casa durante le vacanze? Il vademecum

Giovedì 19 Agosto 2021 di Michelangelo Scarabellotto
Come difendersi dai ladri in casa durante le ferie? Il vademecum
1

SACILE - Vademecum per la sicurezza al fine di vivere in tranquillità le vacanze. A suggerire alcune precauzioni utili ai propri concittadini che decidono di lasciare incustodita la propria abitazione, anche se per pochi giorni di vacanza, è il vice sindaco con delega alla Sicurezza, Alessandro Gasparotto: «Per affrontare serenamente il momento di andare in vacanza è possibile mettere in atto alcune precauzioni che possono rivelarsi utilissime». Le precauzioni sono ancora più utili in considerazione che l'estate è periodo notoriamente dedicato alla vacanza con conseguente spopolamento di condomini e abitazioni singole che diventano obiettivo preferito dai ladri.

Ladri in casa, consigli per evitare sorprese

Ed ecco alcuni suggerimenti per poter trascorrere serenamente le ferie. «È bene potersi accordare con parenti, amici o vicini fidati, per svolgere una serie di attività, utili a garantire maggiore sicurezza, come ad esempio far vedere che l'abitazione è frequentata: chi ha il giardino, faccia eseguire regolarmente la manutenzione, chi vive in appartamento faccia annaffiare le piante su davanzali o terrazzi». E ancora. La cassetta delle lettere permette di capire se i proprietari sono assenti: pertanto è consigliabile fare in modo che qualcuno provveda a svuotarla con regolarità. Ma, prima di partire, aggiunge che «gioielli, denaro e altri oggetti preziosi andrebbero riposti in luoghi sicuri, meglio non lasciarli in casa». E ancora sarebbe buona norma lasciare «le luci esterne accese, lo zerbino non arrotolato, così come la segreteria telefonica sempre attiva sono preziosi supporti per scoraggiare gli scassinatori», prosegue Gasparotto.


Come mettere la casa in sicurezza dai ladri

Piccoli, ma importanti consigli come «è sempre necessario non pubblicizzare la partenza attraverso i social, dato che i ladri sono in grado di seguire il comportamento e gli spostamenti delle persone utilizzando tali strumenti, spesso chiedendo l'amicizia a persone che, ignare, la concedono». Oltre a questi atteggiamenti è importante attivare le difese attive e/o passive, queste ultime per proteggere un'abitazione sono porte e portoni blindati, inferriate alle finestre, infissi corazzati, vetri antisfondamento, serrature di sicurezza. Le difese attive sono quelle che, come indica il termine, si attivano automaticamente nel momento in cui vengono sollecitate da un contatto con persone che cercano di entrare in casa. Si tratta, nello specifico, della videosorveglianza, dell'allarme perimetrale, del collegamento antifurto a centrali operative (con le forze dell'ordine è possibile a patto che l'impianto sia compatibile, vanno contattati in fase di progettazione). E sul tema sicurezza il vicesindaco ricorda infine che il Comune ogni anno, grazie ad un contributo della Regione. pubblica un bando che preevede dei contributi per la installazione di sistemi di sicurezza. La conclusione vuole essere un invito ad «approfittare di una tale opportunità».

 

Ultimo aggiornamento: 12:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA