Colpo al mercato della coca in Friuli: in manette 5 albanesi

PER APPROFONDIRE: coca, droga, friuli, manette, pordenone
Colpo al mercato della coca in Friuli: in manette 5 albanesi
La Guardia di Finanza di Trieste e quella di Pordenone hanno arrestato 5 albanesi, mettendo fine ad un traffico di cocaina che interessava il territorio di confine tra la provincia friulana e quella di Venezia. Nei confronti di due connazionali è invece scattato l'obbligo di dimora.

È pari ad un chilo il consumo in frode accertato. Gli sviluppi dell'operazione 'Rubicone', avviata ad aprile dell'anno scorso avevano già portato alla denuncia a piede libero di due persone, oltreché al sequestro di circa 200 grammi di cocaina (con principio attivo quasi dell'80%), 100 pastiche di ecstasy e 10 grammi di hashish. L'organizzatore principale dello spaccio, un albanese residente nel bresciano, riceveva gli ordinativi solo tramite sms dai contenuti piuttosto criptici, su utenze in realtà intestate a soggetti fittizi, che però provvedeva a sostituire frequentemente, informandone di persona i clienti. Per evitare di imbattersi in controlli stradali delle Forze dell'Ordine, effettuava le periodiche consegne dalla Lombardia verso il nord est ricorrendo unicamente all'utilizzo del treno. Nel corso della perquisizione effettuata nell'abitazione dove viveva, gli investigatori hanno rinvenuto 150 grammi di cocaina, oltre a sostanze da taglio e ad un bilancino di precisione. Tra gli insospettabili e fedeli acquirenti della polvere bianca figurano anche ristoratori, pensionati, lavoratori autonomi e operai.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 23 Febbraio 2019, 12:31






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Colpo al mercato della coca in Friuli: in manette 5 albanesi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2019-02-24 14:40:59
Alcuni politicanti cattocomunisti predicano da anni che si tratterebbe di risorse.... Ma hanno dimenticato di concludere la frase: per ONLUS, Caritas, cooperative di ogni colore. Per i Cittadini, invece, un costo gravoso (leggo oltre 5 mld nel 2017) ed un grave pericolo. Quando chiederanno scusa? Tra 2000 anni, come Don Francesco?
2019-02-23 20:21:30
A Gianni 51 e sissa: i nostri migranti erano CHIAMATI, CERCATI, RICHIESTI!!! E NON MANTENUTI!!! Per quelli della Diciotti, vergogna! Chiedono i danni all'Italia che li ha salvati(mai stati meglio e più al sicuro che in nave), perché non li chiedono ai libici che li hanno messi su un gommone che affondava? Il papa è ancora che li cerca con i gelati.....
2019-02-23 20:48:30
Maranzano e Lucania compresi? Ne hanno fatta di strada questi nostri compatrioti eh... pensa se la stessa sorte toccasse a qualche disperato che fugge dalla Libia, quale e quanto disonore e discredito per noi italiani benvoluti in tutto il mondo.
2019-02-23 18:07:27
... acculturanti culture. pagatori di pensioni e risorse aggiuntive.. il top della globalizzazione.. ma si può ancora far di meglio.
2019-02-23 17:25:40
e invece chi la usa dove ha la residenza?...