Cammino di San Cristoforo, ricominciano le escursioni

Domenica 30 Maggio 2021 di Francesco Scarabellotto
Cammino di San Cristoforo

BUDOIA - Con l'arrivo della bella stagione, potranno finalmente partire alcune iniziative e attività legate al Cammino di San Cristoforo, il percorso naturalistico che attraversa il territorio della Pedemontana del Friuli Occidentale, collegando vari Comuni. E proprio in questi giorni il Comune ha pubblicato del materiale per promuovere le escursioni e altre attività rivolte a cittadini, associazioni locali e appassionati di escursioni.
«Il Cammino di San Cristoforo nella Pedemontana del Friuli Occidentale - spiega il sindaco Ivo Angelin - si trova ai piedi delle Dolomiti friulane, fra Livenza, Magredi e Tagliamento, si apre a quanti scelgono per le proprie vacanze esperienze che facciano bene al corpo e alla mente, vissute immersi nella natura più integra, selvaggia e ancora poco frequentata, inframezzata da piccoli borghi, luoghi di profonda spiritualità, ricche testimonianze di storia, arte e cultura. È un cammino adatto a tutti, camminatrici e i camminatori più esperti e a quanti per la prima volta si avvicinano a questa esperienza. Il tracciato si sviluppa su sentieri di facile percorribilità, su segmenti di piste ciclabili e strade secondarie, solo per piccoli tratti, per raccordare la viabilità minore, viene fatto ricorso alle strade ordinarie. Data la scarsa nevosità dell'area è di fatto praticabile tutto l'anno e il suo andamento altimetrico privo di consistenti dislivelli, lo rende fruibile da persone di ogni età e capacità motoria. È un cammino che ognuno può cucirsi su misura, personalizzando la propria esperienza in base al tempo a disposizione o alla curiosità di conoscere questi luoghi. Può essere percorso nella sua interezza in circa una settimana o per singole tappe che rimangono comunque indicative. Oggi esiste anche un'applicazione per tablet e smartphone che aiuta a scegliere il percorso e accompagnare anche nelle zone non coperte da segnale - prosegue il sindaco - lungo tutto il percorso poi, sono presenti punti di accoglienza e ristoro che sono indicati sul sito Internet dedicato, insieme ai servizi che, in tutta sicurezza, sono a disposizione di chi ama camminare. All'insegna della sostenibilità, si può raggiungere il percorso attraverso le linee ferroviarie Venezia-Udine e la linea turistica Sacile-Gemona, sino a Maniago. Ma anche gli amanti della bicicletta troveranno sentieri e servizi adatti alle due ruote». Dato che la situazione pandemica sembra in lento miglioramento, conclude, «già da giugno e poi nei mesi successivi, sono state programmate molte attività che interesseranno alcune parti del percorso e i relativi borghi che attraversa».

Ultimo aggiornamento: 17:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA