Pordenone. Baby gang vessava coetanei e un disabile: il capo era un 15enne

PER APPROFONDIRE: baby gang, disabile, minorenni, pordenone
Pordenone. Baby gang vessava coetanei e un disabile: il capo era un 15enne
PORDENONE - Il "capo" di una baby gang composta di giovanissimi residenti in provincia di Pordenone, è stato collocato in una comunità in esecuzione di misure cautelari eseguite dalla Squadra Mobile della Questura di Pordenone. Il ragazzino - poco più che 15enne - deve rispondere, a vario titolo, assieme a un 16enne, coindagato, di tentata rapina pluriaggravata, tentata estorsione in concorso, spaccio di sostanze stupefacenti, truffa e appropriazione indebita. Le indagini hanno consentito di contestualizzare l’esistenza di una banda composta da 4 adolescenti capeggiata dal 15enne. 

I due aggredivano e vessavano alcuni coetanei e un adulto disabile. Il provvedimento restrittivo è stato richiesto dalla Procura per i Minori di Trieste e disposto dal Gip. 

La baby- gang si era accanita contro una persona adulta disabile con invalidità al 60%, che era divenuta il loro “bersaglio”. Sono stati riscontrati almeno due gravi episodi commessi nelle vicinanze del Luna park cittadino, allorquando la vittima veniva dileggiata, oltre che spintonata e presa a calci e pugni, sebbene implorasse loro di smetterla, sino a giungere al tentativo di rapina in concorso commesso la sera del 17 maggio scorso con i quattro componenti della banda che picchiavano l’invalido, non riuscendo però a sottrargli il denaro.

Le positive risultanze investigative venivano quindi compendiate in informative di reato che determinavano il P.M. procedente a richiedere ed ottenere dal competente G.I.P. del Tribunale per i Minorenni di Trieste ordinanza di custodia cautelare con collocamento in comunità, in ordine ai reati ex artt.56,81,628 commi 1° e 3° n.1 C.P. ed art. 36 legge 104/92; artt 56, 110, 629 C.P.; art. 646 C.P.; art. 640 commi 1° e 2° n.2 C.P.; art. 81 C.P. ed artt 73 comma 5° ed 80 comma 1° D.P.R. 309/90, nei confronti del 15enne capo della baby gang. Già sottoposto a perquisizione personale e domiciliare il 16enne coindagato in stato di libertà.


LEGGI ANCHE Coltellata alla testa dalla baby gang. Accerchiato e aggredito dal branco
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 24 Luglio 2019, 09:23






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Pordenone. Baby gang vessava coetanei e un disabile: il capo era un 15enne
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2019-07-25 10:51:37
Per salvare l'Italia bisogna eliminare 3 feste: Pasqua Natale Ferragosto (PNF)
2019-07-24 21:52:46
Fermiamoli per carità! O aspettiamo un nuovo caso Manduria?
2019-07-24 21:24:22
Avessimo un ministro degli interni che anche oggi non c'era in parlamento
2019-07-24 18:11:04
a 15 anni si può, per legge, iniziare a lavorare "in regola" ed a 16 si può accedere all'accademia militare
2019-07-24 15:23:53
Bisogna abbassare il limite della punibilita' di legge: hanno l'eta' anagrafica dei cuccioloni ma sono adulti fatti nei comportamenti (e se si chiamano Hudorovich sono gia' maritati con prole): inutile dimostrarsi tolleranti, perche' la nostra tolleranza, per loro, significa infingardaggine.