«L'assessore è contrario al green pass». Il Pd chiede a Fedriga di punire Scoccimarro: «Via le deleghe»

Martedì 28 Settembre 2021
Fabio Scoccimarro
7

«La posizione di contrarietà all’obbligo del green pass per i lavoratori espressa dall’assessore regionale Scoccimarro è irresponsabile e inaccettabile. È necessario un pronunciamento da parte del presidente Fedriga e corretto un ritiro delle deleghe, visto che per l’assessore pare venire prima la propaganda di Fdi, poi la sicurezza sanitaria del Friuli Venezia Giulia».
Lo afferma il capogruppo del Pd in consiglio regionale Diego Moretti, in riferimento alla posizione di contrarietà all’obbligo del green pass per i lavoratori espressa dall’assessore regionale Fabio Scoccimarro.
«La situazione di confusione che una frangia del Paese sta portando contro il green pass è già da sola una cosa negativa per tutti. Non abbiamo certo bisogno di altri segnali irresponsabili che avvelenino ulteriormente il clima. Un clima che è stato già abbondantemente appesantito da una parte del centrodestra (Lega e Fdi soprattutto) che sull’ambiguità vaccinale ha giocato fino a pochi giorni fa anche in occasione del voto in Parlamento sul decreto green pass». “L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro”, con quest’ultima parola cancellata e sostituita da Green pass. Il post dell’assessore di Fratelli d’Italia della Giunta Fedriga - anche se in realtà quello è lo slogan “ufficiale” del suo partito - ha stupito più di qualcuno vista la posizione sul certificato verde della Giunta Fedriga. «Siamo l’unica nazione europea che obbliga i lavoratori ad avere il Green pass». Intanto domani a Udine gli studenti contro il Green pass hanno organizzato un dibattito aperto in piazza Venerio (ore 16.30) dal nome “Esercitazioni di democrazia”.

 

Ultimo aggiornamento: 29 Settembre, 10:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA