Derubava gli anziani che assisteva, arrestata dai carabinieri

Mercoledì 30 Settembre 2020 di Redazione
La refurtiva recuperata dai carabinieri

PORDENONE - I Carabinieri della Stazione di Pordenone il 29 settembre 2020 hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, C. L., classe 1970, cittadina italiana di origine rumena, per furto aggravato. La donna lavorava quale ausiliaria addetta all’assistenza di anziani ospiti presso una locale casa per anziani. La donna è caduta nella rete tessuta dai militari nell’ambito di una complessa attività d’indagine coordinata dalla Procura di Pordenone, nell’ambito dei reati predatori, in particolare a danno di soggetti deboli. Le indagini erano partite da alcuni furti commessi, per lo più, nei confronti degli anziani ospiti di una casa di riposo con sede in Roveredo in Piano. Si trattava di furti di denaro in contante che era sparito dalle stanze in cui erano ospitati gli anziani e da altri ambienti interni alla struttura dove erano spariti anche farmaci e beni alimentari. I militari, acquisite le varie denunce, si erano messi subito sulle tracce dei possibili autori dei furti restringendo il campo ai frequentatori della struttura per anziani. I Carabinieri hanno predisposto, pertanto, servizi in abiti civili al fine di individuare e cogliere in flagranza di reato il responsabile di quegli ammanchi e ieri pomeriggio, dopo l’ennesima sottrazione di denaro, i militari bloccavano e traevano in arresto in flagranza di reato la donna avendola trovata in possesso di 35 euro appena asportati a danno di un 86enne ospite nella struttura. Le successive attività condotte nei confronti della donna hanno portato a rinvenire e sequestrare prodotti alimenti sottratti dalla dispensa della struttura nei giorni precedenti. Nella ricostruzione fatta dagli inquirenti con gli elementi raccolti, è emerso che la donna aveva commesso, tra luglio 2019 e settembre 2020, 5 furti tra denaro in contante, medicinali e prodotti alimentari per un valore complessivo di circa mille euro.

Ultimo aggiornamento: 1 Ottobre, 16:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA