Andrea Esposito, il barista multato per l'abbraccio alle dipendenti chiamato dal Grande Fratello

Martedì 2 Giugno 2020 di Marco Agrusti
Andrea Esposito, il barista multato per l'abbraccio alle dipendenti chiamato dal Grande Fratello
2
PORDENONE - Dalla protesta silenziosa alla ribalta televisiva nazionale. Andrea Esposito, 29enne titolare del bar Portorico di corso Vittorio Emanuele, a Pordenone, potrebbe essere tra i protagonisti della prossima edizione del Grande Fratello Nip, la versione del reality show antagonista del Vip, in onda prossimamente su Canale 5 e riservata ai personaggi meno o per niente famosi. A guidarlo sarà Barbara D’Urso, la stessa conduttrice televisiva che nei giorni scorsi, a “Live non è la D’Urso”, ha raccolto la denuncia-testimonianza di Esposito. In quell’occasione il barista pordenonese aveva espresso tutto il suo disappunto per aver ricevuto una multa di 400 euro. La sua colpa? Essersi fatto fotografare, abbracciato con alcuni dipendenti dietro il bancone, il giorno stesso della riapertura del bar, e non aver rispettato il distanziamento sociale, imposto dall’emergenza Covid-19, benché lui e i dipendenti fossero provvisti di mascherine e guanti.

LA SVOLTA
Ad interessarsi del suo caso non sono stati soltanto i media locali. La notizia della multa è stata ripresa a livello nazionale da Radio 105 e dai telegiornali trasmessi da Canale 5 e Italia Uno. Non solo: Esposito è stato ospite di Barbara D’Urso ed è stato in quel breve intervento televisivo che il barista di Pordenone ha acquisito una notevole popolarità. Tanto da essere stato successivamente contattato da Mediaset per sondare la sua disponibilità a far parte, eventualmente, della prossima edizione del Grande Fratello Nip. Il suo video, ripreso dai social network, è stato visto da più di 100mila persone in tutta Italia. Insomma, un “colpo” inaspettato per un barista che, guidando la protesta di centinaia di esercenti «abbandonati dallo Stato», involontariamente si è ritagliato una piccola fetta di popolarità.
IL PERSONAGGIO
Lineamenti dolci e fisico scultoreo, Andrea Esposito è papà di un bambino di due anni. Le lusinghe dell’ultimo periodo gli hanno fatto piacere, non lo nega, ma preferisce restare con i piedi a terra. «Ho una compagna e un bimbo a cui pensare – sottolinea – e un bar con dipendenti da portare avanti e da risollevare dopo una chiusura forzata di due mesi e mezzo. Il Grande Fratello? È un’opportunità e se mi ricontatteranno andrò sicuramente a parlare con la produzione del reality. Ma lo ripeto: non sono alla ricerca di consensi e popolarità». Quelli, vale la pena ricordarlo, sono venuti da soli. Promuovendo il flash-mob e la riconsegna simbolica delle chiavi dei locali al sindaco Alessandro Ciriani, il 29enne ha acquisito consensi. Ma anche qualche nemico, che su Facebook non è stato molto morbido nei suoi confronti.
IL FUTURO
Senza nemmeno accorgersene, Esposito, d’un tratto, si è trovato catapultato in una dimensione per lui nuova. Finire sotto i riflettori ha i suoi pro e i suoi contro. «Il bello – sorride il barista – è che adesso tutti mi conoscono, mi salutano per strada e anche personaggi dello spettacolo, come Cristiano Malgioglio e Carmelo Abate, mi hanno scritto privatamente. È piacevole essere stato contatto anche per il Grande Fratello. Il brutto, invece, è dover leggere anche commenti poco piacevoli sul mio conto, sentire giudizi negativi e talvolta essere additato da chi meno te l’aspetti. Ora quando pubblico qualcosa su Facebook sono molto più accorto: c’è modo e modo per dire le cose. Nei prossimi giorni farò uscire un video molto duro che, come già immagino, farà parecchio discutere». Per ora Esposito sta alla finestra. Ha un locale da mandare avanti e una famiglia a cui pensare. Se poi dovesse capitare l’occasione per compiere il salto di qualità, partecipando ad un reality televisivo o a qualche fiction, lui è pronto. Del resto quelli sono treni che passano una sola volta nella vita. Se poi lui accetterà, questo resta tutto da vedere. Nel dubbio, meglio farsi trovare pronti. © RIPRODUZIONE RISERVATA