Mercoledì 20 Febbraio 2019, 00:00

Acqua in cisterne per 7mila persone, è colpa dell'uragano di ottobre

PER APPROFONDIRE: acqua, aviano, maltempo
Il lago di Barcis ingombro di detriti e tronchi di alberi caduti

di Lorenzo Padovan

AVIANO - «Prima di tutto sgombriamo il campo da qualsiasi dubbio: non esistono rischi per la popolazione. In questo periodo l'acqua è sempre rimasta potabile, come lo è pure oggi, anche se è chiaro a tutti che con sapore e odore sgradevole nessuno pensa di usarla per alimentarsi. In ogni caso, la cittadinanza stia tranquilla sul fatto che non corre alcun problema di salute». Il vicepresidente della Regione, Riccardo Riccardi, che ieri ha coordinato un vertice con Azienda sanitaria, Arpa, Comune di Aviano e Hydroge, è partito dall'elemento che più preoccupava la gente, che da 40 giorni convive con il problema dell'acqua puzzolente. Un problema causato dal maltempo di ottobre. Una rassicurazione fondamentale perché già nei social stava dilagando la psicosi dopo la decisione del municipio di vietare l'uso per scopi alimentari ottenendo l'arrivo di una dozzina di cisterne per 7mila persone, dalla municipalizzata che gestisce il servizio idrico.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Acqua in cisterne per 7mila persone, è colpa dell'uragano di ottobre
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-02-20 16:43:32
dovrebbero saperlo che l'acqua potabile deve essere incolore insapore e INODORE!!! Scandalosa approssimazione, ma acqua non ne bevono?????????'' SNIP! Da denuncia per la propagazione di svarioni? lo sanno i bimbi alle elementari! SNIP!!!!
2019-02-20 13:47:28
Potabile NON vuol dire che non ti intossica o ammazza se la bevi. L'acqua per uso umano deve essere inodore, incolore e insapore (al massimo sapere di cloro). Tutto il resto sono chiacchiere