Vino Serprino, a rischio la paternità: il filmato che fa il verso al vecchio spot anni‘90 “È mio” Video

Giovedì 13 Maggio 2021
Video

Vino Serprino a rischio. Il sindaco Riccardo Mortandelloha presentato una mozione a tutela di questo vino e del sinonimo “Pinello” da inviare alla Regione e al ministero dell’Agricoltura. I due vini godono della cosiddetta “riserva d’uso”, prevista per i soli prodotti “Doc Colli Euganei”, sia nella versione spumante che in quella frizzante. E’ però in discussione un decreto che prevede deroghe che andrebbero a svantaggio dell’esclusività territoriale delle due tipologie. «Se approvato - spiega Mortandello - il decreto consentirà di etichettare con il nome “ Serprino”, sinonimo del vitigno Glera, anche spumanti generici, vanificando l’attività promozionale portata avanti per questa tipologia. Ciò comporterebbe un crollo del valore dell’uva Glera, in quanto sarebbe possibile trovarne altra, ottenuta fuori dalla zona dei nostri Colli, a un prezzo molto basso (15-20 euro al quintale), visto che il costo medio dell’uva con cui viene prodotto il Serprino dei Colli si attesta sui 45-50 euro al quintale, con gravi danni per l’economia locale».

Ultimo aggiornamento: 12:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA