Vimm, incarico revocato a Pandolfi per il caso molestie: il cda ha deciso all'unanimità

Martedì 30 Giugno 2020
Pier Paolo Pandolfi
1

PADOVA - Salta la nomina a direttore scientifico del Vimm del professor Pier Paolo Pandolfi, scienziato di fama mondiale. Il Cda dell'Istituto veneto di Medicina molecolare ha deciso stamattina, all'unanimità, di revocare l'incarico affidato al luminare, contestato per una vicenda di molestie avvenuta ad Harvard.

Sul suo caso gli scienziati si erano divisi, c'erano state dimissioni di protesta ma anche prese di posizione a favore del professore, ma ora la decisione del vertice del Vimm ha messo la parola fine.

Il cda in un comunicato ha riassunto la vicenda e la decisione odierna: «Il consiglio di amministrazione della Fondazione per la Ricerca Biomedica Avanzata ha deliberato oggi di revocare la nomina di Pier Paolo Pandolfi a direttore scientifico del Vimm (Veneto Institute of Molecular Medicine). La decisione è stata assunta con profondo rammarico in considerazione delle straordinarie qualità scientifiche del professor Pandolfi e del potenziale di sviluppo della ricerca che questi avrebbe sicuramente garantito ai più alti livelli, ma purtuttavia si rende necessaria, dopo aver appreso la vicenda nella quale il professor Pandolfi è stato coinvolto nell'Università di Harvard, di cui la Fondazione non era stata informata». È quanto si legge in una nota della Fondazione ove si allude alla vicenda della denuncia della ricercatrice di Harvard per molestie. «La Fondazione, alla luce dei valori che caratterizzano la sua attività, non può trascurare la vicenda di cui il professor Pandolfi è stato protagonista, senza pregiudicare l'immagine e la reputazione dell'Istituto, dei suoi ricercatori e dei sostenitori. La Fondazione procederà al più presto alla nomina del nuovo direttore scientifico del Vimm allo scopo di garantire la continuità dell'attività di ricerca».

Ultimo aggiornamento: 13:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA