Tornano i ladri dei garage: fori sulle saracinesche per vedere cosa c'è

Venerdì 26 Marzo 2021 di Lorena Levorato
Uno dei garage visitati dai ladri
1

VIGONZA - Ancora allarme furti a Vigonza. Stavolta raid notturno nelle autorimesse: i malviventi ispezionano una decina di garage in via Santo Stefano. Dopo un paio di settimane di relativa calma, i malviventi sono tornati a colpire a Vigonza, ispezionando i garage alla ricerca di oggetti da rivendere, biciclette o anche generi alimentari. In una palazzina di 8 appartamenti, e relativi box garage, i ladri ne hanno esaminati 4 a campione. Per sbirciare all'interno delle autorimesse, i malviventi hanno utilizzato la solita tecnica della video-ispezione tramite un buco praticato nella lamiera della basculante, da dove poi hanno inserito una microcamera e probabilmente una lucina led, o anche la pila del telefono cellulare, per guardare se all'interno vi fosse qualcosa di interessante da arraffare: un modo per riuscire in pochi secondi ad osservare cosa è presente all'interno del garage e decidere se agire o meno.

Al momento, dalle autorimesse ispezionate, non è sparito nulla. Ad accorgersi della visita notturna, sono stati gli stessi proprietari che ieri mattina, scesi in garage per andarsi a prendere l'auto, hanno trovato i fori sulle lamiere. «Abbiamo visto i buchi all'altezza della serratura e così abbiamo intuito che qualcuno, nottetempo, aveva ispezionato il nostro garage e quelli di altri condomini - racconta M.C., una residente -. Abbiamo fatto denuncia ai carabinieri che ci hanno confermato che in questo periodo la zona di Vigonza è particolarmente appetibile per i ladri e di prestare la massima attenzione. Tra l'altro nel nostro palazzo abita anche un condomino che per motivi di lavoro si alza molto presto: ipotizziamo che i ladri siano stati disturbati. Inoltre verso le 3 di stanotte il nostro cane è venuto in camera agitato: visto che abbiamo l'appartamento proprio sopra i garage, è probabile che abbia sentito qualche rumore. Ora il nostro timore è che possano tornare per portare a termine il loro lavoro. Abbiamo installato anche un sistema di allarme. Non ci resta che incrociare le dita e sperare che non accada nulla. All'esterno del condominio abbiamo anche delle telecamere che però non hanno ripreso nulla».

Nelle scorse settimane, al termine di un paio di controlli con il Controllo di Vicinato, il sindaco Stefano Marangon, proprio per il ripetersi di furti e tentativi di intrusione, aveva detto di aver chiesto più controlli sul territorio. «Negli ultimi 15 giorni ha affermato il primo cittadino -, ho incontrato diverse volte il Prefetto al quale ho chiesto aiuto e più controlli, e questo significa più uomini sul territorio. Il Prefetto mi ha assicurato che la situazione non gli era indifferente e che avrebbe preso in considerazione le nostre esigenze».

Ultimo aggiornamento: 27 Marzo, 09:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA