Prende un parente alla stazione, coppia aggredita dagli spacciatori

Prende un parente alla stazione,  coppia aggredita dagli spacciatori
PADOVA - Aggrediti dagli spacciatori mentre vanno a prendere un parente alla stazione dei treni di Padova. Il parapiglia è successo oggi, domenica 29 settembre, alle 14, in via Cairoli. Marito e moglie, che si sono recati alla stazione per andare prendere un parente che arrivava con il treno, sono stati aggrediti da alcuni spacciatori stranieri. Secondo una prima ricostruzione un pusher avrebbe offerto loro della droga e si sarebbe alterato di fronte al rifiuto. Alla fine, per sedare gli animi, sono intervenuti i carabinieri e anche il personale del Suem perché ci sono due feriti.
Il chiasso e le urla hanno richiamato l'attenzione dei residenti che sono ormai esasperati nell'avere lo smercio di droga davanti alla porta di casa propria.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 29 Settembre 2019, 16:19






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Prende un parente alla stazione, coppia aggredita dagli spacciatori
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 58 commenti presenti
2019-10-01 08:28:55
"Alla fine, per sedare gli animi, sono intervenuti i carabinieri" Eh si . A quelli che sono stati massacrati un po' gli rodeva! E i CC sono tempestivamente intervenuti...per fare cosa?
2019-09-30 21:03:32
Beh che vi lamentate, quando vi permettono (a loro discrezione) di votare, mettete la X VOI mica lo spirito santo, quindi.... città che vai Governanti che trovi, imparate..
2019-09-30 21:01:32
retate , retate e retate.
2019-09-30 19:58:30
Vado spesso alla stazione la sera a prendere una parente che studia in altra città. MAI mi sognerei di fermarmi dove gli sventurati di cui qui si parla. Lo faccio dove c'è l'edicola, come tantissimi. Qualche volta il treno ritarda e aspetto osservando la fauna locale. CHE E' INCREDIBILE. E qualcuno ha provato anche ad avvicinarmi (hanno degli strani giri che non ho compreso vicino alle colonnine dei biglietti della sosta). Desistono perchè mi chiudo nella vettura e rendo visibile il pesante bastone da passeggio che - in quanto invalido con disabilità motoria - mi accompagna sempre (mio malgrado). Il via vai e il tran tran intensi ad ogni ora non interessano a nessuno. Qualche volta ho visto una pattuglia (lui e lei) della Polfer presumo fare un giretto fuori dalla stazione. Per farsi vedere a scopo di dissuasione, suppongo. Ridicolo. Con una retata a sorpresa mobilitando la Celere (non mancano lì personale e mezzi) farebbero una "pesca" incredibile. Ma poi - penso - non saprebbero manco dove metterli. Credo sia così, non ho altra spiegazione, ecco. A non voler pensare malissimo, diciamo...
2019-10-01 08:30:35
ci penserebbe il solerte magistrato a liberare i pesci.