La cantante Marisa Sacchetto: «Distrutta da chemio, ma il tumore non esisteva»

La cantante Sacchetto: «Distrutta  dalla chemio, il tumore non c'era»
PADOVA - L'ex cantante padovana Marisa Sacchetto, che ebbe un certo successo, anche televisivo, negli anni 80, ha denunciato la Ulss Euganea per un presunto caso di malasanità. La donna, oggi 65enne e residente a Piove di Sacco, accusa i medici di averle diagnosticato un tumore inesistente nel 2015, costringendola ad «un inutile e deleterio» ciclo di chemioterapia e radioterapia che le avrebbe provocato malesseri e uno stato di prostrazione fisica e psicologica. I fatti sono emersi nel 2017, quando la donna aveva mostrato ad un medico l'esito di una biopsia fatta all'ospedale di Piove di Sacco.

Il medico della signora Sacchetto, ritenendo che la prima diagnosi tumorale del 2015 fosse sbagliata, ha fatto analizzare i vetrini e sarebbe emerso che non c'era tumore. Ora il pubblico ministero Marco Brusegan ha aperto un fascicolo per lesioni gravissime derivanti da colpa medica, senza alcun indagato. La procura è in attesa dell'esito della consulenza del medico legale incaricato.

 

AMPIO SERVIZIO SUL GAZZETTINO DI DOMANI
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 6 Settembre 2019, 20:43






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La cantante Marisa Sacchetto: «Distrutta da chemio, ma il tumore non esisteva»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2019-09-08 10:09:57
A volte l'abuso d'ufficio crea pure questi danni. Togliamo le raccomandazioni piuttosto che i vaccini !
2019-09-07 18:12:32
Un consiglio ai Medici, visto è considerato che siete essere umani e non macchine oppure no-vax che fanno ammalare i loro bambini e quelli che li avvicinano, prima di prendere in cura una persona fatevi firmare una liberatoria che no vi faranno causa, in alternativa possono sempre andare dal mago di turno. Piena solidarietà e fiducia nella scienza Medica e nei Medici.
2019-09-07 11:59:03
Purtroppo la perfezione non appartiene all'essere umano e gli errori si commettono.
2019-09-07 15:00:44
E si dovrebbero pagare.
2019-09-07 15:33:05
Non in Italia, dove tutto è aleatorio !