Un "tesoretto" di 1,3 milioni per promuovere le Terme

Sabato 2 Ottobre 2021 di Alessandro Mantovani
Un "tesoretto" di 1,3 milioni per promuovere le Terme

ABANO - Stanno per arrivare 1,35 milioni di euro per la promozione. Il Consorzio Veneto Terme Colli Marketing (Tcm) si è infatti aggiudicato questa somma complessiva partecipando a due importanti bandi regionali che hanno per obiettivo il rilancio delle destinazioni turistiche dopo il lungo stop dovuto al Covid. Tra tutte le organizzazioni delle destinazioni venete il Tcm è stata l'unica a vedersi assegnare il 100 per cento del contributo possibile per le progettualità presentate in entrambi i bandi finanziati con fondi europei. «È stata una lunga e faticosa cavalcata di condivisione e incontri partecipati per delineare gli interessi emergenti dagli operatori e le linee d'azione progettuali su cui puntare. Posso dirmi entusiasta del risultato finale commenta Umberto Carraro, presidente Tcm - abbiamo vinto i due più importanti bandi regionali sul turismo emanati negli ultimi 5 anni». In cantiere c'è quindi un progetto di promozione turistica che andrà ad integrarsi con le altre progettualità pubblico-private già in essere e sempre coordinate dal Tcm.

IL PIANO

Si tratta di un piano marketing orientato ai mercati nazionali e internazionali e strutturato sui 4 assi di prodotto dell'offerta: terme e salute, food e wine, natura e sport, arte e cultura. L'operazione prevede pubblicità sui motori di ricerca e social network, all'attività di Pr e ufficio stampa agli Educational tour e press trip sul territorio, coinvolgimento di influencer a iniziative di lancio di nuove esperienze turistiche. È prevista inoltre la produzione di nuovo materiale multimediale, come foto, video, brochure, e il restyling completo del sito ufficiale della destinazione. La nuova campagna di promozione esordirà tra ottobre e novembre 2021. «La nostra Regione, dopo il lungo stop dovuto alla pandemia, ha la necessità di raccontarsi e proporsi in maniera innovativa ha detto il presidente del Veneto Luca Zaia -. Questo è sicuramente un bell'esempio di sinergia tra la Regione, gli imprenditori e l'Ogd. Un plauso va al presidente Carraro e alle aziende del Tcm per aver saputo sfruttare, come capofila del progetto, questa opportunità». «C'è stata un'importante azione di ideazione e coordinamento del Tcm e di tutti gli operatori del territorio - conclude Resy Bettin, presidente dell' Ogd Terme e Coll - hanno creduto nella rete e nella forza comunicativa del nostro territorio. È un risultato fondamentale per l'intera destinazione turistica. Grazie al lavoro sinergico di questi anni ora ci sarà la possibilità di strutturare interventi concreti per favorire la ripartenza». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA