Martedì 24 Settembre 2019, 09:34

Insulti e sputo ai leghisti, Claudia piange e ci ripensa: «Una sciocchezza» Video

PER APPROFONDIRE: fabrizio boron, lega, padova, sputo
Padova. Insulti e sputo ai leghisti, Claudia piange e ci ripensa: «Una sciocchezza»

di Gabriele Pipia

PADOVA - Domenica mattina si filmava con lo sguardo fiero mentre prendeva di mira il banchetto della Lega in piazza, nel cuore di Padova, insultando i militanti e sputando addosso al consigliere regionale Boron (VIDEO). Ventiquattro ore dopo, quella donna sembra un'altra persona. Chiusa nella propria camera da letto, con gli occhi gonfi di lacrime e con un grande tormento interiore. «Ho fatto uno sciocchezza», continua a ripetere Claudia Esposito, guardando gli occhi severi di papà Antonio. «Sì, mia figlia ha fatto una sciocchezza - ammette lui, sospirando e allargando le braccia - ma è una brava persona che attraversa un momento particolare. Ho letto che Zaia chiede una pronta denuncia, ma io faccio un appello al governatore: mia figlia ha capito di aver sbagliato e spero che tutto possa finire così».
 

Claudia Esposito, trentanove anni, è cresciuta nel quartiere padovano di Mortise ma da quattro anni vive in Inghilterra. Tornata da pochi giorni in città per la nascita del nipotino, domenica mattina in piazza della Frutta ha acceso i riflettori su se stessa scagliandosi verbalmente contro i militanti della Lega e poi colpendo con uno sputo il presidente della Commissione regionale Sanità, Fabrizio Boron.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Insulti e sputo ai leghisti, Claudia piange e ci ripensa: «Una sciocchezza» Video
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 106 commenti presenti
2019-09-25 20:22:11
Ma questo non e' il razzismo Komunista del terzo millenio.
2019-09-25 18:02:40
E' alquanto evidente che si tratta di una persona emotivamente instabile che e' sbroccata in mezzo alla strada in preda ad una crisi isterica.
2019-09-25 13:30:25
Si vede che non conosce la politica italiana. Da noi non ci si pente, si dice che si e' stati fraintesi, o che era una provocazione, cosi' tutto e' perdonato
2019-09-25 11:52:11
Centra poco ma rende. In Italia essere simpatizzanti di destra o sinistra cambia poco, l'importante è non possedere niente e allora giustizia fisco e forze dell'ordine ti prendono e ti liberano subito, se possiedi qualcosa sei rovinato. Per essere liberi di dire e fare quel che si vuole contro le regole e restare impuniti, bisogna in banca aver debiti e non soldi, abitare in una casa in affitto, usare una macchina a noleggio, e aver la moglie sempre incinta così puoi anche non pagare l'affitto che non ti possono neanche sfrattare.
2019-09-25 11:13:06
povera comunista pentita, prima è violenta poi si scusa: da non fidarsi