Fatturato in crescita e un secondo negozio anche durante il Covid: il segreto di Federica

Martedì 14 Luglio 2020 di Elisa Fais
Federica Conz e il suo negozio a Padova
CADONEGHE - A maggio 2019 apre un piccolo negozio a Cadoneghe, per trasferirsi pochi mesi dopo in uno spazio più grande in via Soncin a Padova. A un anno dall’inaugurazione in Ghetto, arriva il raddoppio con l’apertura di un secondo punto vendita in centro storico a Treviso. E’ la scalata di una giovane imprenditrice padovana ai tempi del Covid-19, decisa a trasformare una crisi in opportunità.
La titolare di “Spotlight Closet”, negozio di abbigliamento, è la 26enne Federica Conz. «La ricetta che mi ha permesso di crescere e superare il lockdown parte dalla cura dell’immagine sui social network – dichiara Federica -. E passa attraverso la promozione con le influencer, l’interazione con i clienti h24, tanto impegno e un pizzico di creatività». Accanto a lei è al lavoro una squadra di ragazzi e ragazze giovanissimi, tutti under 30. «Durante il periodo più difficile dell’emergenza Coronavirus – spiega – abbiamo continuato a rimanere vicini ai nostri clienti attraverso Instagram. Le storie vengono visualizzate da 25 mila persone ogni giorno, tutti utenti attivi. I fornitori hanno riaperto il 4 maggio e Spotlight Closet il 18. In due settimane abbiamo avuto un boom di vendite al pari del periodo natalizio. Si parla di 15 mila vestiti in tre settimane, venduti un po’ in negozio ma soprattutto on-line. Gli ordini arrivano da tutt’Italia, dal Piemonte alla Sicilia e spesso anche dall’estero, ad esempio Spagna e Gran Bretagna». 
Quella di Federica, è una voce fuori dal coro. Sono tanti infatti i commercianti che in questo periodo sono costretti a fare i conti con pesanti cali di fatturato. «Molti negozi di abbigliamento in centro hanno chiuso – aggiunge Federica Conz -. La mia clientela non passa in via Soncin per caso, anche perché qui attorno non ci sono molte altre attività come in via Roma. Infatti il mio sogno è di aprire un negozio lì. Per il momento ho in progetto di affittare anche lo spazio vuoto che abbiamo accanto a Spotlight Closet, ci serve al più presto un magazzino perché qui non ci stiamo più. Nel rispetto delle regole anti-Covid possiamo far entrare un numero limitato di persone, nei fine settimana si forma la fila fuori dal negozio. Da noi comprano ragazze dai 14 ai 30 anni circa». 
Spotlight Closet nasce dal primo grande amore di Federica: la fotografia. Con i guadagni messi da parte dopo anni di lavoro come fotografa in discoteca, ai matrimoni e per privati, Federica ha aperto il primo negozio a Cadoneghe assieme al fidanzato e videomaker Gabriele Nardi. L’investimento iniziale è stato di 3mila euro. «La mia famiglia non mi ha sostenuta né economicamente né moralmente nel mio progetto, dicevano che ero pazza. Ce l’ho fatta da sola. Da piccola, quando mi chiedevano cosa avrei voluto fare da grande, rispondevo: il capo. Mio papà per prendermi in giro mi svegliava ogni mattina alle sei, dicendo che i veri imprenditori si alzano presto. Ripensarci mi fa sorridere perché oggi in effetti mi sveglio alle sei con mille pensieri». 
  Ultimo aggiornamento: 13:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA