"La bellezza dei nostri sogni", nelle foto il racconto degli sport paralimpici attraverso i protagonisti

Venerdì 4 Settembre 2020
"La bellezza dei nostri sogni", nelle foto il racconto degli sport paralimpici attraverso i protagonisti

PADOVA - Immagini che raccontano la voglia e il piacere di fare sport: sono quelle della mostra fotografica “La bellezza dei nostri sogni - Immagini e storie di un mondo migliore” nelle scuderie di Palazzo Moroni (orario dalle 16 alle 20, ingresso gratuito) e che rimarrà visibile fino al 13 settembre. Protagonisti della mostra sono atleti paralimpici di diverse discipline: Carlotta Bertoli (atletica leggera), Agnese Caon (atletica leggera), Gianluca Cavaliere (hockey su ghiaccio), Francesca Cipelli (atletica leggera), Chiara Coltri (basket in carrozzina), René de Silvestro (sci alpino), Maria Andrea Maiale (atletica leggera), Annalisa Rosada (tiro con l’arco) e Giandomenico Sartor (atletica leggera).

Le foto sono di Adriano Boscato e Francesco Furlanetto e sono accompagnate dai testi di Diego Zilio. «Ospitare questa mostra in una sede prestigiosa come Palazzo Moroni - spiega l’assessore allo Sport Diego Bonavina - è una grande piacere, perché questo evento unisce è sport ed è cultura. Da sportivo amo particolarmente le fotografie, che sanno trasmettere anche a distanza di tempo in maniera forte e profonda le emozioni provate dai protagonisti. Per questo ringrazio tutti quelli che si sono adoperati per organizzare questa mostra».
 

 

“La bellezza dei nostri sogni” è una esposizione ideata e realizzata da Veneto Special Sport e Cus Padova, con la collaborazione del Comune di Padova e della Fondazione Petrarca ed è patrocinata dal Comitato Italiano Paralimpico del Veneto. Come ha spiegato in particolare Fernando De Pieri di Veneto Special Sport, uno dei principali obiettivi della mostra è quello di far conoscere alle persone con disabilità, in particolare giovani, la possibilità di praticare diversi sport, ma anche in generale promuovere e dare visibilità alle diverse realtà dello sport paralimpico. Per questo sono previste a latere della mostra anche attività collaterali di promozione, in particolare  la consegna di una borsa di studio ad atleti-studenti con disabilità, offerta dalla Fondazione Petrarca. Dopo la “première” padovana la mostra si trasferirà in altre sedi in Veneto per tutto il 2021. Sono in previsioni infatti esposizioni a Jesolo, Cortina d’Ampezzo, Santa Maria di Sala, Noale e Bassano del Grappa.

Ultimo aggiornamento: 18:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci