Sparò e uccise il ladro: condannato,
dovrà risarcire la famiglia del bandito

Giovedì 28 Gennaio 2016
Il ladro a terra e Franco Birolo
127

PADOVA - Condannato a 2 anni e 8 mesi e a risarcire la famiglia della vittima con 325mila euro. Questa la sentenza del tribunale di Padova di primo grado nei confronti di Franco Birolo, il tabaccaio di Civè di Correzzola che sparò e uccise il ladro, un moldavo di 23 anni, durante un furto. Il fatto era accaduto il 23 aprile di tre anni fa Birolo era accusato di eccesso colposo di legittima difesa.
A perdere la vita quella notte a Civé di Corezzola un giovane rimasto riverso sul selciato con una ferita mortale al torace, poco lontano da una Fiat Punto risultata rubata carica di sigarette. Accanto a lui un suo connazionale che in preda al terrore si era consegnato prima al negoziante e poi aiutò i carabinieri a cercare di dare una identità alla vittima.

Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio, 13:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche