«Niente sala comunale per i gender
vadano da privati», bufera su Bitonci

Martedì 13 Ottobre 2015
Il sindaco Massimo Bitonci e il logo gender
77
PADOVA - Il sindaco di Padova Massimo Bitonci (Lega) si "accoda" al collega Luigi Brugnaro di Venezia sulle teorie gender e nega la concessione di una sala comunale a Palazzo Moroni ad una libreria padovana che aveva in programma per lunedì prossimo una lettura pubblica di libri che affrontano le tematiche 'gender'.



«Proprio la settimana scorsa il consiglio comunale - ha spiegato Bitonci - ha approvato una mozione ben precisa che impegna il sottoscritto e la giunta a non promuovere la cosiddetta teoria gender. Non capisco il motivo per cui queste persone insistono, si cerchino uno spazio privato».



Un mese e mezzo fa un'altra lettura pubblica degli stessi libri era stata annullata proprio a seguito del 'braccio di ferro' tra la libreria e il sindaco. Subito è riscoppiata, come a Venezia, la polemica.
Ultimo aggiornamento: 17:12