Martedì 11 Giugno 2019, 11:19

Il sindaco ha riappeso il crocefisso nel suo ufficio al posto di Mattarella

Il sindaco ha riappeso il crocefisso  nel suo ufficio al posto di Mattarella

di Camilla Bovo

POZZONOVO (PADOVA) - Un ritorno ai valori più importanti. È questo il senso del gesto del sindaco Arianna Lazzarini, che nei giorni scorsi ha ricollocato personalmente il Crocefisso nel municipio di via Roma. «Quando mi sono insediata, non l'ho trovato nel mio ufficio, sostituito dalla foto del Capo dello Stato. Ora ho provveduto a ricollocarlo», spiega il sindaco con semplicità. È stata Arianna Lazzarini in persona a scovare il Crocefisso, a prendere la scaletta e ad arrampicarsi per affiggerlo al suo posto: dietro la propria scrivania, in bella vista. Quell'assenza, del resto, le pesava già da un po'. E così, con i modi spicci e concreti che ne contraddistinguono l'attività amministrativa, ha pensato da sé a farlo ritornare al suo posto.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il sindaco ha riappeso il crocefisso nel suo ufficio al posto di Mattarella
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 49 commenti presenti
2019-06-14 06:24:59
Non sono contrario al fatto che un sindaco appenda un crocefisso nel proprio ufficio. Il crocifisso appartiene alla nostra storia. Mi auspico pero' che il crocifisso non sostituisca il presidente della repubblica. Pertanto sia il crocifisso che la foto del presidente possono convivere senza problemi
2019-06-13 14:58:22
Sconcertante il sorriso. Questa ingenua viola le leggi e nega illegalmente le altre fedi decidendo lei stessa che la sua personale religione merita di essere rappresentata nei luoghi pubblici. Imbarazzante l'ingenuita'. Molto piu' grave che questa poco sveglia discrimini gli altri col sorriso. Questa e' patologia.
2019-06-12 20:33:58
Perfetto, brava sindaca.
2019-06-12 12:51:56
Uso personale del proprio mandato:
2019-06-12 11:05:34
nel mio ufficio ho sempre avuto il crocefisso, nessuno dei dipendenti mussulmani ha mai avuto nulla da ridire. Chi protesta contro il crocefisso e' quella melma rossa, autoctona, che ribolle di anticlericalismo.