Arre. Sofia Berto, 16 anni, si iscrive alla scuola militare Teuliè: «Voglio entrare nell'esercito per aiutare gli altri»

Sofia lascia Arre per Milano, il suo sogno è fare carriera nell'esercito e poter aiutare il prossimo

Sabato 1 Aprile 2023 di Silvia Moranduzzo
Sofia Berto è entrata alla scuola militare Teulié

PADOVA - «Fin da piccola volevo entrare in ambito militare. E quando ho visto il bando ho colto l’opportunità». Per Sofia Berto, 16 anni di Arre, l’opportunità si chiama scuola militare Teulié di Milano.

La fondazione della scuola risale all’inizio dell’Ottocento per opera del generale Pietro Teulié. Ogni anno attraverso un bando pubblico possono iscriversi studenti delle scuole superiori scegliendo tra l’indirizzo classico e quello scientifico. Quest’anno sono stati ammessi 72 allievi da tutta Italia che hanno giurato sabato alla presenza delle autorità civili e militari. Sofia è uno di quegli allievi.

La scuola militare: «Per aiutare gli altri»

«Emozionata? Si, certo, è un passo importante – spiega – Ho sempre sentito la spinta ad aiutare gli altri e per me questo è l’esercito: aiutare il prossimo». Sofia lascia l’istituto Giovanni Battista Ferrari di Este per continuare con l’indirizzo scientifico alla Teulié. «È una scuola diversa dalle altre – continua – Qui impari a diventare indipendente, non ci sono i genitori a seguirti ad ogni passo. Perciò devi autogestirti, magari affrontando situazioni difficili o tese come è normale che sia quando sei lontano da casa alla mia età. Secondo me questo aiuta a maturare». Sofia ad Arre giocava a pallavolo ma lo sport non le mancherà. Alla Teuilé si è cimentata infatti con l’atletica e l’equitazione. Quest’ultimo sport le è piaciuto particolarmente perché si coniuga con la sua passione per gli animali. I suoi genitori l’hanno subito appoggiata anche se con un po’ di tristezza nel vedere la loro figlia allontanarsi. «Mia mamma era più titubante tra i due – racconta Sofia – Quando sono passata al concorso erano felici per me ma anche un po’ tristi. Mi dispiace lasciare gli amici, i compagni di scuola, credo sia normale. Però appena arrivata qui alla Teuilé i colleghi mi hanno fatto sentire a casa, quasi fossi entrata in una seconda famiglia. Mi ha rassicurato molto, sono pronta per la nuova avventura».

Il giuramento si è svolto a Milano all’Arco della Pace. C’erano il Capo di stato maggiore dell’esercito, generale di corpo d’armata Pietro Serino, il prefetto vicario Natalino Domenico Manno e altre autorità militari e civili. «Oggi avete giurato fedeltà alla Repubblica e siete entrati a far parte, in pienezza, della grande famiglia dell’Esercito italiano – ha detto il generale Severino - Siamo una famiglia perché condividiamo valori e tradizioni per i quali siamo pronti a batterci».

Ultimo aggiornamento: 16:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci