Segnaletica stradale divelta: caccia alla baby gang

Martedì 13 Agosto 2019 di Luca Marin
SAN GIORGIO DELLE PERTICHE - Da una decina di giorni, di notte, un gruppo di vandali danneggia la segnaletica stradale nel territorio di Arsego, a San Giorgio delle Pertiche. Il Comune vuole usare il pugno di ferro e mette in campo le forze dell’ordine per individuare i responsabili. «I colpevoli di simili gesti - afferma il sindaco leghista Daniele Canella - non solo devono pagare di tasca propria o della famiglia, ma devono essere educati al rispetto dei beni comuni». Sono già una decina gli episodi registrati di cartelli di attraversamento e stop che sono stati abbattuti, manomessi e alcuni “sradicati” in via Cornaro, via Marco Polo, via Margarise, Trento e Roma. Andrea Carnio, consigliere comunale delegato al territorio e manutenzioni, è prontamente intervenuto. «Abbiamo riscontrato dei danneggiamenti della segnaletica verticale non imputabili a cause accidentali o urti da parte di autoveicoli e lo smontaggio e manomissione di alcuni cartelli sempre di segnalazione attraversamenti pedonali - spiega Carnio - . Assieme all’ufficio tecnico settore manutenzioni siamo intervenuti subito per il ripristino e la messa in sicurezza. I pali piegati, oltre al danno, potevano costituire un reale pericolo per la sicurezza stradale in quanto a causa della manomissione c’era un’alta probabilità che i segnali ricadessero sulla sede stradale o verso persone in transito sul marciapiedi o sulla strada». Il sindaco di san Giorgio Daniele Canella ieri è tornato dalle ferie a dir poco irritato per i ripetuti episodi di vandalismo. «Questi fatti continui ci fanno pensare che ci sia un gruppo di adolescenti che evidentemente non hanno meglio da fare alla sera che accanirsi sulla segnaletica stradale - “tuona” il sindaco -. I carabinieri e i vigili sono già stati allertati e da oggi (ieri, ndr) sia il comandante Girolimetto per l’Arma che il tenente colonnello Marcato dei vigili ci hanno rassicurato l’intensificazione dei controlli e dei pattugliamenti per reprimere questi odiosi comportanti da parte di incivili. Come amministrazione comunale – aggiunge con un accorato appello il primo cittadino sangiorgense- chiediamo l’aiuto dei residenti per segnalare tempestivamente alle forze del 112 eventuali presenze sospette ad Arsego. Per individuare i vandali è necessario intervenire in flagranza di reato. Il comune, se non si è capito bene, è per la tolleranza zero e vuole reprimere senza se e senza ma questi soggetti e punire gli autori che danneggiano il patrimonio comunale». Il problema di baby band che si aggirano sul territorio comunale non è nuovo a San Giorgio delle Pertiche. Nei mesi scorsi in una parte della scuola media del capoluogo era apparsa la scritta “I kill you”. «Da allora - ammette il neo sindaco Canella - stiamo lavorando con la dirigenza dell’istituto comprensivo comunale per cercare di capire il disagio e reprimere questi atti violenti e “poco educativi”. Stiamo predisponendo dei percorsi formativi e culturali per svolgere delle lezioni di educazione civica. In passato non solo ad Arsego ma anche in altre zone del territorio comunale abbiamo trovato panchine danneggiate e scritte sui muri, anche della palestra della scuola. E’ ora di intervenire».
Luca Marin Ultimo aggiornamento: 09:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA