Padova. Boom di automobilisti multati perché senza revisione

A Padova nel periodo 1 novembre 2021-31 ottobre ‘22 ne sono stati pizzicati 1.636. Il che significa che questo genere di infrazione ha registrato un’impennata del 305%

Lunedì 5 Dicembre 2022 di Alberto Rodighiero
Boom di automobilisti multati perché senza revisione

PADOVA - Dopo l’uscita dall’emergenza Covid, è boom in città di auto non revisionate. Il ritorno alla normalità da una parte e la crisi economica dall’altra, a quanto pare hanno inciso profondamente anche sulla sicurezza delle strade. Sempre più padovani infatti si mettono alla guida non rispettando le più elementari norme del Codice della strada. Da questo punto di vista è impressionante l’impennata registrata nell’ultimo anno per quel che riguarda le sanzioni elevate dai vigili urbani nei confronti di chi non è in regola con la revisione periodica.


I DATI
A confermarlo è il recente report della polizia locale sull’attività degli ultimi 12 mesi, da cui emerge un dato su tutti. Se dal 1° novembre 2020 al 31 ottobre 2021 gli automobilisti multati perché “Circolavano con veicolo non presentato a revisione periodica” sono stati 403, la stessa sanzione nel periodo 1 novembre 2021-31 ottobre ‘22 ha toccato quota 1.636. Il che significa che questo genere di infrazione ha registrato un’impennata del 305%. Gli automobilisti che circolano senza aver sottoposto a revisione il proprio veicolo sono soggetti a una multa che può arrivare a 680 euro. In più, è previsto il divieto di circolazione del mezzo fino a revisione effettuata.


LA LETTURA
«Secondo me il fenomeno si può spiegare in primis con l’allentamento delle misure anti Covid che ha riportato in strada moltissimi automobilisti – ha spiegato il comandante della polizia locale Lorenzo Fontolan – Detto questo, poi, a torto molte persone ritengono che la mancata revisione sia un’infrazione meno grave rispetto alla guida senza assicurazione, quindi se devono fare una scelta prima rinnovano l’Rc auto. C’è poi da tenere presente un’altra circostanza. Le norme anti Covid hanno fatto scattare una serie di deroghe legate ai rinnovi di patenti, carte d’identità e simili. Questo può aver generato della confusione tra gli automobilisti che magari hanno rimandato l’appuntamento con le verifiche in officina».
Negli ultimi anni, poi, si sono si registrati dati piuttosto significativi per quel che riguarda le sanzioni nei confronti degli automobilisti che non hanno pagato l’assicurazione: sono state 611 nel 2021 e 585 quest’anno. Non è escluso che il mancato rinnovo della revisione e dell’Rc auto possa essere legato a doppio filo alla crisi economica. Chi possiede una vecchia auto, molto spesso oltre a non avere la disponibilità economica per pagare la revisione (prezzo medio 65 euro, ogni due anni, ndr), teme che sottoporre a questo controllo la propria vettura possa farne scattare il blocco e quindi la evita. Per quel che riguarda poi l’assicurazione, molto spesso gli automobilisti non si possono permettere di pagare il rinnovo e sfidano la sorte, esponendo gli altri utenti della strada a rischi gravissimi. Questa infrazione, in tutti i casi, prevede sanzioni molto pesanti. I trasgressori che circolano senza assicurazione (o con polizza scaduta) sono puniti con una multa che varia dagli 868 ai 3.471 euro e il sequestro del veicolo.


Nell’ultimo anno l’attività della polizia locale ha portato al ritiro di 700 patenti. Sono stati, inoltre, 622 gli automobilisti pizzicati al telefono, senza auricolari, mentre guidavano. I veicoli controllati sono stati 30.233. Sono stati, invece, 135 gli automobilisti sanzionati perché guidavano in stato di ebbrezza. Non sono andati invece oltre quota 16 i multati perché guidavano dopo aver assunto sostanze stupefacenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci