Il rapper Bello Figo bocciato dal Comune: cancellata la sua esibizione in piazza

Giovedì 7 Ottobre 2021 di Michelangelo Cecchetto
La locandina che pubblicizzava l'evento in piazza a Tombolo in occasione della festa d'autunno
1

TOMBOLO - Il discusso cantante Bello Figo, previsto come ospite di punta della Festa d’Autunno in programma sabato in piazza Municipio a Tombolo, non si esibirà. “L’Amministrazione - si legge nella lettera inviata agli organizzatori dal sindaco Cristian Andretta scritta e diffusa mercoledì mattina - non può patrocinare nè tanto meno permettere l’esibizione di tale artista che è totalmente in contrasto con i valori e le idee che cerchiamo di diffondere nel nostro territorio. Quindi se la vostra società intende richiedere il patrocinio e svolgere la manifestazione, deve rispettare il format previsto ed eventualmente se fosse vostra intenzione invitare un altro ospite, vi viene chiesto di assicurarvi che corrisponda a standard e valori condivisi da questa Amministrazione e dalla comunità che rappresenta”.


LA PROTESTA
La levata di scudi era cominciata martedì sera quando nei social si è diffusa la notizia. Nei volantini pubblicitari c’è anche l’emblema del Comune. Lapidario il consigliere con referati a sicurezza e tradizioni Marco Beghetto: «Mi dissocio completamente, per me non è affatto il benvenuto». A stretto giro di post ecco l’intervento dell’assessore alla Cultura ed Eventi Vanda Marchetti: «Per quanto riguarda l’organizzazione della serata in cui dovrebbe intervenire, il patrocinio non è ancora stato firmato. La documentazione è arrivata all’ufficio competente solo pochi giorni fa e non c’era traccia nella descrizione dell’evento del personaggio. Ne sono venuta a conoscenza da qualcuno che mi ha fatto leggere alcuni testi delle canzoni. La libertà di esprimersi con la parola, con le canzoni è per fortuna alla base dei diritti umani, la radice della natura umana. Ma questa libertà di espressione va esercitata con responsabilità e rispetto nei confronti del prossimo». 


LE CRITICHE
Plausi all’intervento del Comune, ma anche critiche per la “censura”. Antonio Mormile, legale rappresentante della Amc Eventi e Comunicazione, società professionale che organizza eventi di vario genere come ad esempio l’80Voglia party. «L’evento è gastronomico con food truck e zona beverage, accompagnato da spettacoli organizzatati dal giovane gruppo musicale Altaclaz. Visto il successo del format a settembre durante la festa paesana, con il Comune si è deciso di riproporlo. Abbiamo presentato agli Altaclaz una serie di artisti ed hanno scelto Bello Figo essendo molto noto dal loro target di pubblico assicurandoci non avrebbe creato nessun problema. Lo abbiamo fatto presente al sindaco. Prendiamo atto della scelta, abbiamo versato un acconto, non chiederemo nessun risarcimento danni. Cercheremo di fare il possibile con il budget a disposizione per trovare un altro artista. Gli Altaclaz sono molto apprezzati e si danno da fare. In questa vicenda si sono espressi solo gli adulti». 

 

Ultimo aggiornamento: 8 Ottobre, 10:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA