Rapine a Sarmeola, processo da rifare: non c'è riconoscimento dell'imputato

PER APPROFONDIRE: ivano parrino, padova, rapine, rubano, sarmeola
Rapine a Sarmeola, processo da rifare: non c'è riconoscimento dell'imputato
VENEZIA - Processo d'appello da rifare per mancato riconoscimento fotografico per Ivano Parrino, pregiudicato palermitano condannato per rapina aggravata. Parrino è stato ritenuto uno dei membri della banda che tra il luglio e l'agosto del 2003 misero a segno tre rapine ai danni di tre diversi istituti di credito tutti a Sarmeola di Rubano. Il 40enne, detenuto anche per altre indagini, aveva fatto ricorso in Cassazione contro la condanna inflitta dai giudici della Corte d'Appello di Venezia, che avevano confermato la sentenza del Gup di Padova a tre anni e 4 mesi per aver partecipato ad una di queste rapine. Secondo la Suprema Corte, i giudici lagunari non avrebbero tenuto conto del fatto che non c'è mai stato un chiaro riconoscimento fotografico da parte dei dipendenti della banca. La sentenza è pertanto stata annullata e il processo d'appello è da rifare.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 6 Marzo 2019, 17:22






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Rapine a Sarmeola, processo da rifare: non c'è riconoscimento dell'imputato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti