Mercoledì 9 Gennaio 2019, 21:04

Minacce e proiettili a pm e testimone, ma i giostrai restano liberi

Minacce e proiettili a pm e testimone, ma i giostrai restano liberi

di Angela Pederiva

Nemmeno 2 buste con proiettili, inviate sia al super-testimone che ha fatto riaprire il caso, sia al pm che conduce l’inchiesta, bastano a mandare in prigione i giostrai sospettati di aver ucciso un gioielliere e di aver lasciato morire un loro complice. A dirlo è la sentenza con cui la Cassazione ha rigettato il ricorso della Procura di Mantova, contro l’ordinanza con cui il Tribunale di Brescia aveva respinto la custodia cautelare a carico dei 5, indagati per la sanguinosa rapina del 19 dicembre 1996 a Suzzara. Una vicenda...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Minacce e proiettili a pm e testimone, ma i giostrai restano liberi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2019-01-10 20:28:01
Certo che a brescia c'e' un bel assembramento ;si possono trovare neri,rossi,vaticanisti e buonisti(tutti estremisti).Ci sono pure i giudici del tribunale!!!
2019-01-10 15:32:35
Dar lavoro all'edilizia, costruendo carceri..o restaurando le vecchie fortezze riservate ai militari.Lavoro invece di reddito di cittadinanza e certezza di pena in carceri penitenziali, scarni come celle di clausura....vitto adatto alla sussitenza, non ad ulteriore aggressivita' residua.
2019-01-10 14:22:10
Questa e' la giustizia in Italia varata dal PD, Alfano e Verdini con ill beneplacito del Berlusca..
2019-01-10 11:37:00
Risorse s-boldry!
2019-01-10 11:34:02
L'attuale magistratura è un tumore, una cancrena sempre attiva all' interno del sistema giudiziario italiano!