No Pass, 31 multe non fermano la protesta: nuovo sit-in per i sanitari non vaccinati

Giovedì 18 Novembre 2021 di Serena De Salvador
Una manifestazione dei No Green Pass a Padova
2


PADOVA - Mentre nel Padovano l’andamento della campagna vaccinale premia i comuni di Merlara, Albignasego e Padova, prosegue il fronte delle proteste contro il Green pass. E con esso la diatriba su manifestazioni e cortei, che la settimana scorsa hanno visto vietare la zona delle piazze e imporre l’obbligo di distanziamento e uso delle mascherine. Proprio per queste violazioni sono partite ieri le prime multe. Ma non poche discussioni ha suscitato anche il sit-in di oggi.
LE PROTESTE
Stamattina i membri del movimento Veneto No Green Pass si sono dati appuntamento al 22 di via Ospedale Civile, davanti alla sede del Dipartimento di prevenzione della Ulss 6, per chiedere il reintegro immediato dei sanitari non vaccinati che sono stati sospesi. Gli organizzatori hanno chiesto autorizzazione alla questura e proprio la decisione sull’approvazione è stata ieri al centro dell’incontro in Prefettura del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica.
Fino a sera inoltrata è andata avanti la trattativa fra la questura e gli organizzatori, per cercare di trovare un altro luogo di ritrovo garantendo la sicurezza e l’operatività della strutta sanitaria. A una ristretta delegazione di manifestanti potrebbe essere consesso di arrivare in via Ospedale, ma di fatto la verità si saprà soltanto in queste ore. La situazione, come hanno più volte sottolineato le autorità, è estremamente difficile, vista la necessità di garantire sia il diritto a manifestare che, primariamente, la salute pubblica. Non un divieto dunque, ma ancora una volta si è vissuta ieri la difficoltà del trovare una mediazione.
I movimenti dei no pass saranno attentamente monitorati dalle forze dell’ordine sia per scongiurare problemi di ordine pubblico che per individuare eventuali trasgressori delle norme anti Covid.
LE SANZIONI
Tra martedì e ieri infatti sono state 31 le persone destinatarie delle prime multe legate alla manifestazione di sabato al parco Europa e a quella di martedì sera in centro. Per l’evento di sabato, che ha visto al parco più di tremila persone, sono 22 i verbali partiti nei confronti di altrettante persone che non indossavano la mascherina e non hanno rispettato il distanziamento. Sono i primi di quella che si preannuncia come una lunga serie, dal momento che le identificazioni da parte della Digos sono ancora in corso.
Martedì sera invece gli agenti hanno identificato proprio in piazza Garibaldi 9 manifestanti (92 i partecipanti totali dichiarati dalla questura) che non avevano la mascherina. Anche loro riceveranno a breve la multa a casa.
L’IMMUNIZZAZIONE
Intanto la Ulss 6 ha diramato il report sulla distribuzione dei vaccinati nei singoli comuni della provincia. Sul podio si riconfermano Merlara, Albignasego e Padova: il primo con il 92,5% di vaccinati e gli altri due entrambi con il 91,1% (come pure Montagnana). Merlara però si piazza in testa alla classifica grazie alla somma tra vaccinati e prenotati per le prossime dosi. La maglia nera resta invece a Grantorto (81,1% di immunizzati) e Vo’, paese simbolo dell’emergenza Covid, con l’81%.
 

 

 

Ultimo aggiornamento: 17:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA