Oltre la disabilità, così Samuele vive la sua indipendenza

Il giovane è seguito dalla Cooperativa Nuova Idea e partecipa ad un progetto dell'Ulss 6 Euganea

Mercoledì 14 Settembre 2022 di Barbara Turetta
Samuele sfida la disabilità

LIMENA - Sta imparando ad occuparsi di sé e della casa. Azioni che per la maggior parte di noi sono scontante ma che per Samuele, 25 anni, di Limena, sono una conquista importantissima. Il giovane, seguito per la sua disabilità dalla Cooperativa Nuova Idea, partecipa ad un progetto di promozione delle autonomie nelle persone giovani con disabilità promosso dall'Ulss 6 Euganea, che coinvolge sia la sfera personale che relazionale dei ragazzi. Un percorso di indipendenza che da giugno impegna Samuele nei fine settimana di cui il venticinquenne è entusiasta: «Sto vivendo una nuova, meravigliosa esperienza: quella della Vita Indipendente che mi sta facendo vivere emozioni e sentimenti tutti molto positivi. Mi sento davvero molto felice, entusiasta, sereno, ottimista e speranzoso verso il mio futuro».

Un percorso che condivide con altri cinque amici con i quali frequenta per due weekend al mese il Ballatoio, un appartamento nel Comune di Abano Terme in cui i ragazzi, dal sabato mattina al martedì successivo, vivono insieme a tre educatrici e condividono tempi e spazi secondo lo spirito del co-housing. «In questa esperienza - racconta Samuele - ci si organizza su cosa mangiare a pranzo e a cena stilando un menù per capire poi cosa bisogna andare a comprare al supermercato per tutti e tre i giorni. Il sabato sera viene organizzata un'uscita e tutti insieme si decide se andare a mangiare una pizza, se andare in sagra o altrove. Anche la domenica si può decidere se organizzare un'uscita ad Abano o in altri posti, Padova, Monselice, i Colli Euganei».

«Per il resto nel tempo libero - continua a raccontare - facciamo tanti giochi di carte o da tavolo. Dimenticavo di dire che il sabato quando si arriva ognuno si prepara il proprio letto. Poi, per tenerci puliti e profumati, soprattutto in estate, tutti ci facciamo verso sera prima di cena una bella doccia. Poi, durante tutto il weekend ci si turna per cucinare, apparecchiare, preparare, fare il caffè, caricare e svuotare la lavastoviglie, fare la lavatrice, portare fuori la spazzatura, pulire il salotto, le camere, i bagni e la cucina. Le cose che più mi divertono in questa esperienza sono il momento dei giochi e i momenti in cui si fanno le pulizie». Un progetto quello dell'Ulss 6 che mette in campo proposte educative e abilitative per accompagnare questi giovani ad essere protagonisti delle loro scelte e del loro progetto di vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci