Movida e rifiuti in piazza dei Signori a Padova: «Terra di nessuno, intervengano i vigili» Video

Lunedì 18 Ottobre 2021 di Luisa Morbiato
Movida e rifiuti in piazza dei Signori a Padova

PADOVA - Ennesima notte di fuoco in piazza dei Signori a Padova con gruppi di giovani e non solo che dopo la chiusura dei locali restano sulla piazza in particolare sulla scalinata della Gran Guardia a schiamazzare, consumare alcolici e ad ascoltare musica ad alto volume. A notte inoltrata, quando la piazza si spopola, sul terreno resta l'ormai consueto tappeto di rifiuti di ogni genere, spesso misto a deiezioni. A intervenire sull'annoso problema il consigliere comunale di Forza Italia, Roberto Moneta. «Serve una presa di posizione chiara dell'amministrazione che deve agire come finora non ha fatto. Mi è capitato di rimanere in piazza fino alla chiusura dei locali e di vedere con i miei occhi quello che succede, mi chiedo se l'assessore alla Sicurezza Diego Bonavina abbia mai constatato di persona cosa accade - afferma Moneta - se abbia mai accompagnato una pattuglia di agenti di Polizia Municipale che staziona in piazza dei Signori senza intervenire per riportare l'ordine e assicurare il riposo al quale hanno diritto i residenti. Si potrebbe pensare che l'immobilità degli agenti sia una direttiva politica del genere lasciar fare, considerate le ormai innumerevoli proteste e segnalazioni che pervengono alla Polizia Locale da parte dei residenti che documentano cosa accade in una piazza che sembra diventata terra di nessuno».

Video


Caos movida in piazza dei Signori

Moneta ricorda la analoga situazione, poi normalizzata, di piazza delle Erbe. Ma anche pazza Duomo e via Roma, dove sotto il porticato di piazza della chiesa dei Servi si assiste a scene analoghe, sono ostaggio di queste serate. «Mi chiedo perché gli agenti di Polizia Locale, a volte sbeffeggiati dagli stessi che creano il caos in piazza, non possano comminare le sanzioni per il disturbo della quiete pubblica, solo per fare un esempio. Oltrettutto una volta che lasciano la piazza a terra rimane una coltre di rifiuti di tutti i generi, un lavoro più gravoso per gli addetti dell'Aps che devono ripulire e che si trasforma anche in un costo per la collettività - conclude il consigliere - La situazione sembra sfuggita di mano. Cosa sta facendo l'amministrazione per rispondere agli appelli dei residenti ma anche in favore della città stessa? Per ora nulla».

Ultimo aggiornamento: 11:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA