Aveva la passione dell'orto: muore avvelenato dai pesticidi che usava

PER APPROFONDIRE: diserbanti, lino bassan, morto, orto, padova, pesticidi
Aveva la passione dell'orto: muore avvelenato dai pesticidi che usava

di Cesare Arcolini e Marco Aldighieri

PADOVA - È un giorno di fine settembre quando Lino Bassan, 75 anni, di Ponte San Nicolò, si presenta al pronto soccorso in preda alle convulsioni. Una situazione talmente grave, che il pensionato non riesce neppure a parlare: un mese dopo muore per avvelenamento. Il decesso diventa un giallo perchè nel sangue gli vengono trovate tracce di un pesticida. Che un muratore in pensione con la passione per l'agricoltura usi i diserbanti è normale, ma gli inquirenti vogliono chiarire le circostanze in cui il veleno è stato ingerito. Di certo non aveva intenzioni suicide. Cosa è successo quel giorno?

I carabinieri hanno perquisito l'abitazione di Bassan trovando vari contenitori di pesticida e diserbanti. Poi gli investigatori dell'Arma hanno anche sentito la moglie del pensionato, una giovane romena, sposata in seconde nozze. «Pesticidi e diserbanti mio marito li usava regolarmente per curare il suo orto», ha spiegato la donna. Sul corpo di Bassan è stata eseguita l'autopsia. Ora gli investigatori stanno attendo il risultato degli esami tossicologici. «Era un solitario con la passione per il suo orto», raccontano i conoscenti.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 10 Novembre 2018, 05:05






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Aveva la passione dell'orto: muore avvelenato dai pesticidi che usava
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 40 commenti presenti
2018-11-11 20:53:36
- 4-5 goccie al giorno di pesticidi nella minestra del marito ed ecco che l'eredità si avvicina.
2018-11-11 18:15:56
Ingerito? Perché ingerito? La contaminazione più grave è attravero il cuoio capelluto, le vie aeree, gli occhi e il contatto con la pelle. C'è anche l'ingestione, ma siccome puzzano e hanno sapori sgradevoli è molto improbaile ingerirli. Conosco agricoltori professionali che usano i guanti da cucina per maneggiarli o si proteggono le vie aeree con le mascherine di carta. Di mettersi tute protettive non se ne parla propio e quando sottolineo loro la pericolosità dei comportamenti fanno spallucce e ridacchiano. Poi qualcuno, poverino, finisce in ospedale...
2018-11-13 17:30:22
...capirai che nei piatti tipici dell'est, anche se ci fossero cimici, difficilmente le sentiresti!!!!
2018-11-11 16:54:35
Chissà quante api ha contribuito a sterminare questo signore con le sue "normali abitudini" di spargere pesticidi nell'orto.
2018-11-11 18:18:11
Di api negli orti di casa ce ne sono pochine, insettici o non insetticidi. Anche perché le api vanno sui fiori, non vanno sulle foglie, su nelle radici o nei tuberi.