Patente scaduta da 9 anni, sorpresa con quella della sorella gemella

Lunedì 13 Gennaio 2020 di Cesare Arcolini
Patente scaduta da 9 anni, sorpresa con quella della sorella gemella
3

GRANTORTO - Da nove anni si muoveva liberamente in auto pur avendo la patente di guida scaduta. Il suo documento non era più utilizzabile dal 5 giugno 2011. L’altra sera però la dea bendata le ha girato le spalle ed è incappata in un posto di controllo dei carabinieri della stazione di Gazzo Padovano. È successo tutto attorno alle 19,30 in pieno centro a Grantorto. Nei guai è finita R.P. una donna di 38 anni residente a Piazzola sul Brenta. 

Si accusa dell'investimento per scagionare il marito senza patente: smascherata

Quando i militari le hanno imposto l’alt per un normale controllo stradale lei si trovava al volante di una Fiat Punto. La donna ha mostrato ai carabinieri il documento di guida di sua sorella gemella che era perfettamente in regola. L’occhio attento degli investigatori ha subito notato qualche cosa che non andava. Da un accertamento con la centrale operativa è emerso che la donna avesse una sorella gemella e questo ha creato qualche sospetto. 
La trentottenne è stata invitata in caserma per chiarire la vicenda. Quest’ultima ha provato fino all’ultimo a negare l’evidenza, poi ha ammesso le sue responsabilità. Il fatto le è costato una denuncia per falsa attestazione di identità oltre a una maxi sanzione per guida senza patente.

L’attività dell’Arma non si è fermata, è stata contattata la reale proprietaria del documento di guida, praticamente identica alla sorella, che è caduta letteralmente dalle nuvole, ammettendo di non essere a conoscenza che la familiare stretta si muovesse munita della suapatente. Forse in questi anni R.P. è riuscita ad eludere altri i controlli mostrando il documento non suo.

Ora la trentottenne se realmente vorrà rimettersi al volante dovrà tornare a scuola guida per superare le necessarie prove per conseguire il documento. L’attività di controllo stradale l’altra sera ha riguardato anche la zona di competenza dei carabinieri della Compagnia di Abano. Numerosi i controlli effettuati con l’ausilio dell’unità cinofila di Torreglia. Controllate 40 auto in transito e identificate 58 persone. A Due Carrare è finito nei guai S.X. di 41 anni albanese trovato con un tasso di 0,94 g/lt nel sangue. Per lui è scattata la denuncia per guida in stato d’ebbrezza con contestuale ritiro della patente. Ancora più grave la posizione di S.M. di 35 anni fermato in un controllo ad Albignasego. L’automobilista, residente a Torreglia, dopo essere stato identificato è stato sottoposto alla prova dell’etilometro. Il verdetto è stato di 1,39 g/lt. quasi il triplo del limite consentito dal Codice della strada. Un servizio effettuato anche alla stazione ferroviaria di Montegrotto ha permesso anche di identificare un richiedente asilo del Gambia di 33 anni, già noto alle forze dell’ordine, sorpreso con 3,3 grammi di marijuana. E’ stato segnalato alla Prefettura in qualità di assuntore. 

Ultimo aggiornamento: 13:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA