Giornata infernale in A4, caos e code
fino a 15 km per due piccoli incidenti

PER APPROFONDIRE: camion, code, incendio, mirano, passante
Giornata infernale in A4, caos e code
fino a 15 km per due incidenti
PADOVA - Giornata infernale in A4 nel tratto Padova-Venezia e un pomeriggio che inizia nel peggiore dei modi: l'incendio di un semirimorchio ha bloccato il traffico e coinvolto oggi, poco dopo le 11.45, un mezzo pesante sul Passante di Mestre, al km 376, in comune di Mirano, direzione Milano (carreggiata ovest). Il conducente, accortosi delle fiamme, è riuscito ad accostare in corsia d'emergenza, staccando la motrice. Non sono dunque coinvolte persone né altri mezzi.

NEL VICENTINO Tre mezzi pesanti si tamponano sull’A4: feriti e rallentamento del traffico per 8 km
 
 


Verso le 14 altro incidente nell'altra direzione oltre il casello di Padova Est e Dolo, direzione Venezia: la coda ha presto raggiunto i 15 km iniziando ben prima di Padova Ovest. Sul posto è arrivato sul posto l'elicottero del Suem: ci sarebbe un ferito grave. Anche nell'altra direzione  permangono le code

Sul posto i soccorsi: Vigili del Fuoco, Polstrada e gli ausiliari di Cav con 4 mezzi coordinati dal Centro Operativo di Mestre della Concessionaria autostradale. Le operazioni di spegnimento e messa in sicurezza del semirimorchio stanno provocando code (4 i km attualmente) in direzione Milano. Al momento sono percorribili due corsie, essendo la prima impegnata dai mezzi di soccorso. 

PADOVA-BOLOGNA -  Sulla A13 Bologna-Padova poco dopo le 15:30 è stato riaperto il tratto tra Padova industriale e l'allacciamento con l'A4 in direzione dell'A4, che era stato chiuso a causa di un incidente con coinvolti 3 mezzi pesanti avvenuto all'altezza del km 114. Sul luogo dell'incidente attualmente si circola su una corsia e si registrano 3 km di coda verso l'allacciamento con l'A4.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 6 Luglio 2018, 13:45






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Giornata infernale in A4, caos e code
fino a 15 km per due piccoli incidenti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2018-07-07 07:42:58
Mi chiedo quanti altri incidenti e morti ci debbano essere perche si rendano conto che c'e un problema ed intervengano dirottando i TIR sulle navette ferroviarie?
2018-07-07 06:05:09
Acqua minerale delle alpi occidentali o appenninica portata con camioncioni in zona doomitica e viceversa, legname austrico portato in Italia e viceversa,i camion conrimorchioormai sidirittano su strade statali, provinciali, comunali e persino strette, di campagna, interfrazionali... per evistare pedaggionon ricambiato da celerita' e sicurezza.Sarebbe utile unoscarico merci ai confini e trasport ovia treno o nave.Il pedaggiodel passante di Mestre costa, i mezzi escono prima e aggirano, provinciali del Trevigiano sature.C'e' da ipotizzare che potrebbe andare cosi' anch eperla fantomatica pedemontana a pagamento...specie per i tir dell'est che tendono a viaggiare al risparmio su tutto..( non sulle "bibite" dei conducenti).
2018-07-06 23:01:52
il solito mantra te lo puoi risparmiare, perché non eliminiamo le auto sulle autostrade che sono le più pericolose, invece di continuare a dire cazzate sui camion che pagano pedaggi cinque volte un'auto x essere sempre fermo o quasi, i divieti sono sempre per i mezzi pesanti,mai per quagli idioti che girano in auto col telefonino sempre in funzione e la lampeggiata facile, perché quando devono passare loro si devono scansare tutti. Pensate cosa fate voi in autostrada invece di criticare gli altri.
2018-07-06 20:36:30
E' solo percezione! i camionisti dell'est servono a pagarci i contributi INPS!...
2018-07-06 19:50:06
Solito mantra il mio: Tir da Genova a Trieste, Tir da Trieste a Genova. Merci destinate al porto di Genova vengono scaricate a Trieste, e viceversa. Con la gioia delle lobby che così operano. Nessuno che voglia far rispettare la normativa. Che vieta, alle merci scaricate nei porti, percorrenze su terraferma superiori a 300 Km. Appunto per evitare inquinamenti incidenti sovraffollamento delle autostrade. Ma si sa chi governa, e chi vuole che lo sbarco delle merci sia caotico... E chi impedisce, e perchè, i controlli su distanze di sicurezza e sui limiti di velocità... Dimezzerebbe il traffico nelle autostrade: guadagno nostro in sicurezza e salute...ma non guadagno delle lobby...