Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bonelli compra l'ex hotel Imperial: il parco dedicato a Tex Willer prende quota

Venerdì 27 Maggio 2022 di Eugenio Garzotto
Il sindaco Mortandello con Giorgio Bonelli

MONTEGROTTO TERME - Torna alla ribalta delle cronache il Tex Willer World, progetto per la creazione di un parco tematico dedicato al personaggio dei fumetti nato nel 1948 dalla fantasia di Gianluigi Bonelli e Aurelio Galleppini. Il programma originario viene ora ampliato con l'acquisizione all'asta per 980mila euro dell'ex hotel Imperial di via San Pio X da parte di Giorgio Bonelli, imprenditore immobiliare attivo soprattutto in Repubblica Ceca e in Brasile, figlio di Gianluigi e fratello di Sergio, fondatore dell'omonima casa editrice che pubblica le avventure del ranger, scomparso nel 2011.

L'OBIETTIVO
Lo stabilimento ora in disuso, che manterrà comunque la sua funzione turistica, sarà complementare al parco che Bonelli intende realizzare nella vicina ex cava Bonetti, acquistata nel 2018.
«Questo hotel - dichiara - è determinante perché al di là del valore intrinseco della proprietà che, per quanto oggetto in passato di alcuni atti vandalici, rimane comunque un immobile di pregio, è interessante in quanto si trova proprio di fronte alla strada d'accesso alla cava». Bonelli è già al lavoro con l'architetto Hans-Peter Demetz, uno dei maggiori esperti di centri benessere e parchi tematici in Italia, coadiuvato dagli architetti Alberto Asquino di Montegrotto e Giorgio Pescatori di Milano. «Abbiamo grandi idee, speriamo di rimanere per il solo hotel Imperial entro i dieci milioni di euro. Il progetto dell'Imperial non potrà che essere portato avanti parallelamente a quello che stiamo cercando di definire per quel che riguarda la cava. Ci vorranno almeno otto, dieci mesi tra autorizzazioni e progettazione e speriamo entro un anno di partire con i lavori. Abbiamo in mente di unire due piscine esterne per creare una grande laguna naturale con cascate e giochi d'acqua; nascerà un ambiente suggestivo e accattivante, e non è escluso che questo avvenga prima che l' albergo riprenda a lavorare. Lo stesso per il Museo di Tex che troverà sede in un'ala dell'hotel e per il ristorante che diventerà una steak house».

LA COREOGRAFIA
Il parco tematico da realizzare nella cava - su una superficie di 40mila metri quadri, con le pareti a richiamare alla memoria i canyon che hanno fatto da sfondo alle innumerevoli avventure del ranger dalla mira infallibile, prevede invece alcuni hogan, le tradizionali abitazioni dei Navajo, e il teatro Mephisto, dal nome dello stregone che rappresenta uno dei più pericolosi avversari di Aquila della Notte, come Tex è conosciuto dai suoi amici indiani. Tutti riferimenti all'immaginario che vede protagonisti anche i suoi comprimari: l'amico Kit Carson, il figlio Kit Willer e l'indiano Tiger Jack.
«Continuerà il dialogo con gli assessori regionali al Turismo e al Territorio Federico Caner e Giorgio Corazzari - dichiara il sindaco Riccardo Mortandello -; il Tex Willer World può diventare un elemento strategico non solo in ambito locale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci