Palù: «Campagna vaccinale, inevitabile ritardo. Potrebbe terminare entro fine settembre»

Martedì 15 Giugno 2021
Palù: «Campagna vaccinale, inevitabile ritardo. Potrebbe finire entro fine settembre»

Lo stop di AstraZeneca per gli under 60, le forniture di vaccini che non bastano, tutti elementi che fanno pensare a un rallentamento della campagna anti Covid: andrà incontro a inevitabili ritardi, ma potrebbe terminare, salvo disponibilità di dosi, entro la fine di settembre.Lo ha confermato oggi il presidente di Aifa, Giorgio Palù, a margine della presentazione del Cts di Veneto Sviluppo a Palazzo Balbi, sede della giunta del Veneto. «In Italia sono 930mila le persone con meno di 60 anni a cui è stato somministrato il siero AstraZeneca e che ora dovranno ricevere una seconda dose di vaccino a Rna messaggero - ha detto Palù -. A ciò si aggiungano gli oltre 2 milioni di giovani tra i 12 e 15 anni che inizialmente non erano inclusi nella campagna. Un ricalcolo, visti i numeri, sarà inevitabile».

Tamponi in farmacia e referto in inglese Prezzi calmierati, ma solo per due categorie

 

Ultimo aggiornamento: 14:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA