Nuovo tram, Voltabarozzo si divide: 200 firme favorevoli

Martedì 5 Marzo 2019
Nuovo tram, Voltabarozzo si divide: 200 firme favorevoli
3

PADOVA - Le quasi duecento firme - 193 per la precisione - raccolte domenica al seggio delle primarie dal Pd di Voltabarozzo sono il lancio di un’azione ampia a sostegno della realizzazione del Sir3, la linea del tram che collegherà il quartiere alla Stazione. «Ci è sembrato il momento giusto per avviare la raccolta firme e dimostrare che non tutti i residenti sono contrari all’opera - spiega il presidente del locale Circolo Pd, Marco Zoccarato - Delle persone incontrate domenica, l’80% è favorevole al tram e sentiamo che il consenso in quartiere è ampio. Non sono firme concesse in quanto raccolte dal partito ma nella consapevolezza che il tram non ha colore politico. Alcuni cittadini non hanno sottoscritto la petizione motivando la scelta con l’attesa dell’ormai prossimo avvio, da parte dell’amministrazione, del percorso partecipato in modo da conoscere l’opera nel dettaglio. Tra i firmatari però ci sono anche persone che sarebbero sfavorite dal tracciato, ma hanno voluto dare egualmente il loro sostegno in quanto ritengono l’opera utile al quartiere».
LA DECISIONE
L’avvio della raccolta firme era stato deciso dopo un incontro, avvenuto giovedì scorso, nella sede di quartiere del Circolo Pd al quale aveva partecipato anche il vicesindaco Arturo Lorenzoni. Nell’occasione il vicesindaco aveva confermato che l’iter per la realizzazione della linea del tram è ormai avviato e procede secondo i programmi, rassicurando inoltre sulla sostenibilità economica dell’opera, sulle caratteristiche dei veicoli che verranno acquistati e sulla rapidità dei cantieri.
I CONTRARI
Sulla nuova raccolta interviene il “Comitato no rotaie Voltabarozzo” che avversa il progetto fin dalla sua presentazione nell’ormai lontana fine estate 2017. «Come Comitato No Rotaie abbiamo sempre evidenziato la trasversalità e l’intento apolitico nell’essere contrari al vecchio tram su rotaia, lasciando spazio ad esponenti e cittadini che condividono lo stesso nostro pensiero e mai abbiamo fatto una raccolta firme sotto una bandiera politica - puntualizza la portavoce Liliana Gori - A Padova il tram è stato definitivamente marchiato Pd: la raccolta di firme a favore dell’opera è avvenuta proprio durante la votazione per eleggere il segretario e spendendo 2 euro per l’occasione, sempre che tutti i votanti siano veramente residenti a Voltabarozzo: 193 firme sono nulla a confronto del numero delle persone che risiedono nel quartiere». Il comitato propone un tracciato alternativo ossia dalla stazione a Padova Est.
Soddisfatto del consenso al progetto Lorenzoni. «La raccolta firme a Voltabarozzo è appena partita. È in programma il percorso partecipato con i cittadini - afferma Lorenzoni - Stiamo ancora selezionando i consulenti che incontreranno i residenti di Voltabarozzo per valutare eventuali varianti al tracciato originale». Domani sera alle 21 intanto nella sala consiliare di via Guasti, quartiere Guizza, è in programma la riunione della Consulta di quartiere 4B. Fra gli argomenti in discussione il cronoprogramma per la realizzazione della linea del tram Voltabarozzo-Stazione. Alla riunione sarà presente anche Lorenzoni.
Luisa Morbiato

Ultimo aggiornamento: 08:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA