Studentessa picchiata in classe, denunciati professore e preside

Giovedì 1 Febbraio 2018 di Lino Lava
25

PADOVA -  La scuola è cambiata. Forse è migliorata e la severità di un tempo è finita in archivio. Ma può un professore di disegno di terza media continuare ad insegnare, mentre una studentessa viene picchiata da una compagna e la manda al pronto soccorso? No, secondo il padre della ragazzina ferita. Perchè ha denunciato il professore e la preside della scuola media, che ha sede in centro a Padova.

IL FATTO
Il fatto risale al 20 gennaio scorso. Erano le 12,50 e in classe c’erano ventitré scolari. C’era confusione? Non si sa. Quello che è certo è che il professore di disegno continuava la sua lezione. E viene da chiedersi quanti ragazzi erano attenti alla lezione. E’ certo che, all’improvviso, una delle studenti si alza dal banco, attraversa l’aula e va a pararsi davanti alla tredicenne, che era intenta in una conversazione con una compagna di banco. Ebbene, la prende per i capelli, facendole sbattere più volte la testa sul banco, poi la scaraventa a terra e la prende a calci.
Il motivo dell’aggressione? Nessuno sa dirlo. Certo è che la manesca qualche giorno dopo viene cacciata da scuola. Intorno alle 13 il padre viene avvertito dell’aggressione alla figlia. Quando arriva a scuola trova la tredicenne assistita da alcune compagne di classe con del ghiaccio in testa. 

 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA