Cani antidroga, scattano i controlli serali della polizia municipale

Martedì 22 Dicembre 2020 di Alberto Rodighiero
Cani antidroga, scattano i controlli serali della polizia municipale

Da gennaio i cani antidroga della Polizia municipale saranno in servizio anche di sera e nei giorni festivi. Scatta il giro di vite di palazzo Moroni nei confronti dello spaccio in città. Ad annunciarlo è stato ieri l’assessore alla Sicurezza Diego Bonavina.
«In accordo con il comandante Fontolan, dal mese di gennaio le nostre 3 unità cinofile antidroga inizieranno ad essere impiegate anche nell’ambito dei servizi serali e festivi – ha spiegato Bonavina - infatti, ora che cani poliziotto e conduttori hanno terminato il previsto percorso addestrativo, si può pianificare un servizio di controllo e presidio del territorio con presenza ricorrente delle unità antidroga nelle zone maggiormente critiche». «L’intensificarsi dei controlli – ha detto ancora l’esponente della lista Giordani – ha l’obiettivo di disincentivare in modo più incisivo il consumo di droga attraverso il sequestro degli stupefacenti occultati e presenti in diverse zone di Padova». I controlli oltre che in centro storico, dovrebbero concentrasi soprattutto nell’area della Stazione, al Borgomagno e a San Carlo. I cani poliziotto saranno schierati, però, un po’ in tutti i quartieri, in modo particolare nelle aree dove si registrano delle segnalazioni da parte dei cittadini come, per esempio, le Cave o il quartiere Armisizio. Lo scorso 3 dicembre  vigili hanno presentato alla città due nuovi cani antidroga. Dopo Lucky, la “famiglia” dei cani antidroga in forza alla Polizia municipale si allarga. All’inizio del mese hanno fatto il loro esordio ufficiale, in galleria San Carlo all’Arcella, Deril (un pastore tedesco) e Red (pastore australiano). «Insieme a Lucky, che in meno di un anno ha già scovato 5 chili di stupefacenti, dai prossimi giorni Daryl e Red presidieranno i nostri quartieri tutti i giorni – ha spiegato in quell’occasione il sindaco Sergio Giordani - Alla sicurezza si lavora con i fatti, non con le infinite inconcludenti polemiche. I fatti dicono che prima che diventassi sindaco queste unità cinofile erano zero e in tre anni le abbiamo portate a 4. Auguro un buon lavoro a loro e ai valevoli agenti conduttori».
Grazie al cane Lucky, lo scorso 16 settembre, i vigili hanno sequestrato più di mezzo chilo di hashish. Nel giardino pubblico di via Nogarola all’Arcella, a pochi metri da via Altichieri Da Zevio, gli uomini della squadra Sicurezza urbana hanno recuperato e sequestrato un panetto di hashish del peso di 545 grammi che faceva parte di una partita identificata (dai trafficanti) come “Bogti 1”. Sono stati messi sotto sequestro anche alcuni involucri contenenti marijuana per un peso complessivo di circa 15 grammi. La droga era ben nascosta in un cespuglio, ma Lucky ha individuato senza incertezze la sostanza stupefacente, che avrebbe fruttato agli spacciatori almeno 1.500 euro. Il parco di via Nogarola era stato al centro delle segnalazioni di alcuni cittadini, che vi avevano osservato “movimenti strani”. L’area continuerà a essere monitorata sia dalle unità cinofile, sia dagli agenti che operano in abiti borghesi. «A Padova non daremo nessuna tregua allo spaccio di strada: è un fenomeno che preoccupa moltissimo perché interessa consumatori spesso molto giovani"  ha spiegato in quell’occasione, sempre Bonavina. 
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA