Blitz nella casa d'appuntamenti cinese: trovata droga e 12mila euro in contanti

PER APPROFONDIRE: arresto, droga, padova, prostituzione
Blitz nella casa d'appuntamenti cinese: trovata droga e 12mila euro in contanti
PADOVA - In un appartamento di piazzale Stazione, i carabinieri hanno scovato una casa di appuntamenti cinese al cui interno, oltre allo sfruttatore di alcune ragazze, hanno tratto in arresto un suo connazionale trovato in possesso di  oltre 50 grammi di potenti allucinogeni ed anfetamine. Sequestrati oltre 12.000 euro. Le investigazioni, partite da alcune segnalazioni di residenti del condominio “Belvedere” che avevano notato uno strano andirivieni di asiatici in un appartamento al 14° piano , hanno permesso di ricostruire in breve tempo un giro di prostituzione e  traffico di stupefacenti.

Dopo qualche giorno di osservazione gli uomini dell’Arma nella mattina di ieri hanno fatto irruzione trovando nei locali 8 persone, 4 uomini e 4 donne, tutte  cinesi. L’immediata perquisizione ha consentito di recuperare nella disponibilità del 41enne Fu Rong, residente a Treviso e di Li Pingguang, 48enne, residente a Venezia, entrambi domiciliati a Padova ben 16 bustine di metanfetamina “shaboo”; una contenente 8  pastiglie di ecstasy oltre a 17 grammi di ketamina e   un bilancino elettronico di precisione nonché vario materiale per il confezionamento.


Le ragazze hanno confermato di prostituirsi per conto  del  Rong raccontando storie al limite della schiavitù.
Di fatto lui e la sua compagna accoglievano le ragazze, ritiravano i passaporti e le chiudevano nell’appartamento, ove era stata attrezzata una stanza con pareti rosse e luci soffuse in cui venivano fatte prostituire con connazionali. Le prestazioni venivano pagate sempre nelle mani degli sfruttatori e le ragazze venivano pagate mensilmente: in media da in 8 mesi avevano intascato circa 10mila  euro, mentre tutto il resto rimaneva nelle tasche dei loro aguzzini.

Ancora una volta si registra, all’interno delle comunità cinesi la presenza dello “shaboo”, potente metanfetamina, che è un forte  stimolante che riduce l'appetito e aumenta invece la capacità di rimanere svegli.

I particolari sul Gazzettino del 22 febbraio
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 21 Febbraio 2018, 15:22






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Blitz nella casa d'appuntamenti cinese: trovata droga e 12mila euro in contanti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-02-22 13:57:41
ma legalizziamo la prostituzione come in tutto il resto d'Europa (qualcuno è mai andato in Spagna o in Austria?) e finiamola con questo perbenismo ipocrita da quattro soldi (specie quando viene dai maschi). Se una persona vuole fare questo lavoro, chi ha il diritto di impedirlo? qualche moralista (che solitamente poi è in prima fila tra i clienti...). Avremo controlli delle forze dell'ordine e tanti soldi di imposte da usare in scuole, ospedali, ecc. Diverso il caso dello sfruttamento, ma qui basta applicare le (giustamente) rigorosissime norme che già abbiamo
2018-02-22 06:45:29
Ma certamente versavano i contributi all'INPS. Vero Boeri?
2018-02-21 22:53:29
certo che I cinesi si danno da fare
2018-02-21 15:46:32
Complimenti alle forze dell'ordine! Queste sono belle notizie. Ma non devono aspettare le segnalazioni del condominio Belvedere. A Padova e nel Veneto c'e' il pieno di postriboli cinesi, dediti allo sfruttamento della prostituzione. Si trovano in rete pubblicizzati nei siti piu noti. Un nota bacheca elettronica produce piu' di 150 annunci al giorno sulla sola Padova, solo con prostitute "orientali". Bisogna sradicare il racket dello sfruttamento battendoli tutti a tappeto. In Italia solo donne indipendenti e non sfruttate possono prostitursi.
2018-02-21 18:58:14
No, nessuna donna dovrebbe prostituirsi.