Nuovi ospedali da 1800 posti letto a Padova Est: firmato l'accordo

Due nuovi ospedali da 1800 posti  letto a Padova: firmato l'accordo

di Angela Pederiva

PADOVA - Accordo fra Regione Veneto e Comune di Padova sul nuovo policlinico universitario. Il governatore Luca Zaia e il sindaco Sergio Giordani hanno firmato l'intesa per Padova Est, i cui terreni saranno ceduti gratuitamente dal municipio, in cambio della riqualificazione dell'attuale nosocomio in via Giustiniani.
 


Saranno così realizzati due poli da 900 posti letto ciascuno, con un'operazione da 700 milioni in 8 anni. "Un bel regalo di Natale per i padovani e per i veneti", hanno concordato Zaia e Giordani.

Tutti i particolari sul Gazzettino del 22 dicembre
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 21 Dicembre 2017, 12:56






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nuovi ospedali da 1800 posti letto a Padova Est: firmato l'accordo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 59 commenti presenti
2017-12-24 09:49:16
Venghino venghino siori e siore magna magna per tutti.....
2017-12-23 15:04:23
L'EUGANEA, non è assolutamente d'accordo nell'aver regalato il territorio per questo accordo speculativo, che poterà alla distruzione dell'area urbana di Padova (ammesso che si porti a conclusione questo rovinoso accordo)!
2017-12-23 14:19:01
Per Dutchmann e Luc111. Delle sparute tribù palafitticole esistenti prima della romanizzazione e formattazione del territorio in cui attualmente abitiamo, dai reperti archeologici presenti in tutti i musei, si sa scientificamente che la scrittura utilizzata è etrusca e il contenuto testuale è definito italico dello stesso ceppo del latino. Gli antichi scrittori e coloni romani e ellenici inventarono invece, come per la fondazione di Roma stessa, fantasiose, mitologiche e surreali ipotesi prive di alcun fondamento fattuale, tra cui, come per altre realtà tra loro lontane e disparate, quella di presunti "venet-" e/o "henetos". Sostanzialmente le surreali ipotesi che conosciamo sono due (da cui poi per copia si irradiarono le altre), una quella di Erodoto e l'altra quella di Catone. Ambedue sono frutto della produzione immaginifica di questi autori che scrivevano con lo stile araldico e pomposo dell'epoca, semplicemente per avvalorare l'impero romano da cui dipendevano. Quindi, da questo punto di vista, si sa che si può stare tranquilli: quella dei cosiddetti "veneti" e della loro origine "paflagonica", "troiana" dei “nostoi” (eroi di ritorno dalla guerra di Troia, ecc.), sono solo mere favole prive del sepurminimo fondamento. Della guerra poi dei "veneti" e degli euganei, anch’essa ha lo stesso fondamento della lupa capitolina che allatta Romolo e Remo, Cappuccetto Rosso, il soldatino di piombo, Romeo e Giulietta di William Shakespeare, ecc. ed altre amenità del genere… Un caro saluto e auguri
2017-12-22 20:13:39
Luc111, infatti leggiti un buon libro di storia, perfino Plinio il Vecchio descrive la provenienza degli euganei [ probabile che non sai chi e' Plinio il Vecchio ]
2017-12-22 22:35:18
Gia' letto, mi dispiace per lei.