Pistole in casa, nuovo processo per Freddy Sorgato: la sorella patteggia un anno

Venerdì 20 Dicembre 2019
Freddy Sorgato in tribunale
1

PADOVA - Nuovo processo per Freddy Sorgato che ieri è stato rinviato a giudizio per detenzione illegale di armi. la sorella Debora, invece, ha patteggiato la pena di un anno. In aula questa volta c'era soltanto Freddy.

Capelli bianchi e codino, Freddy torna in tribunale per le armi: «Processatemi»

QUEI 124MILA EURO IN CONTANTI E LE DUE PISTOLE
Il processo si riferisce a quanto accaduto la sera del 7 marzo del 2016 quando, durante le indagini sul delitto di Isabella Noventa, Giuseppe Verde, ex maresciallo dei carabinieri ed ex compagno di Debora, fece ritrovare ai colleghi 124 mila euro (consegnati come risarcimento danni a Ofelia Rampazzo madre di Isabella) e due pistole. L’ex militare abitava nella stessa palazzina della sorella di Freddy, al numero 200 di via Vigonovese in zona Camin. Spesso Debora andava a dormire dall’ex militare e utilizzava una parte dell’armadio della camera da letto. L’ex carabiniere, quella sera di 3 anni fa, disse ai colleghi di avere trovato a casa uno scatolone.

All'asta la villa del delitto, l'acquirente scoppia in lacrime: Per me è un sogno

Durante la successiva perquisizione, vennero trovate mazzette di banconote per un totale di 114 mila euro, due pistole vecchie, ma perfettamente efficienti, un’Astra di fabbricazione spagnola 9x21 e una Beretta calibro 7.65 con relative munizioni. Soldi e armi che secondo l'accusa erano nella disponibilità dei fratelli Sorgato. In precedenza, il 21 e 23 febbraio la polizia aveva sequestrato tre pistole, un fucile da caccia con relativo munizionamento, un coltello a scatto, un tirapugni e uno storditore elettrico nella villa di Freddy Sorgato di Noventa Padova.

Ultimo aggiornamento: 12:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA