Sedicenni pizzicate due volte al volante in pochi giorni: auto sequestrate, sono di due nomadi

Giovedì 6 Febbraio 2020 di Cesare Arcolini
Sedicenni pizzicate due volte al volante in pochi giorni: auto sequestrate, sono di due nomadi
7

PONTE SAN NICOLÒ - Al volante a 16 anni, insieme all’amichetta 14enne intenta a scorrazzare per le strade di Padova e Venezia. Non è dato sapere se fossero pronte a mettere a segno qualche furto in abitazione. Protagoniste sono due ragazzine residenti nel campo nomadi di Dolo (Venezia), che nel giro di pochi giorni sono state scoperte due volte dagli agenti della Polizia locale di Ponte San Nicolò. Entrambi gli episodi sono accaduti in via Marconi.

La prima volta venerdì scorso quando la municipale le ha fermate per un controllo a seguito di un tamponamento. Sono state trovate a bordo di una Fiat Seicento. Gli agenti, come da prassi, hanno chiesto i documenti alla conducente che, candidamente, ha detto di non averli. Si è scoperto poi che al volante vi era una sedicenne nativa di Roma. Per scoprirne l’età precisa gli agenti hanno accompagnato la giovane in ospedale per gli esami radiografici ai polsi. Le ragazzine, entrambe già note alle forze dell’ordine, sono state portate negli uffici del distretto della Polizia locale per tutti gli accertamenti. E’ emerso che la macchina era intestata ad una nomade di Bologna che è stata sanzionata per incauto affido di auto. Il mezzo è stato sequestrato a fini di confisca essendo privo di regolare assicurazione. Alla conducente è stata anche contestata la guida senza patente e verbali per circa un migliaio di euro.

L’episodio ha avuto un’evoluzione inaspettata ieri mattina quando sempre a Ponte San Nicolò lungo via Marconi gli agenti del comandante Antonio Barbieri hanno fermato una Fiat Stilo. I vigili hanno subito riconosciuto a bordo la coppia di nomadi. 

FALSO NOME
La conducente sedicenne, sperando di farla franca, ha fornito un falso nome, ma non le è bastato ad evitare una denuncia per guida senza patente. Da accertamenti è emerso che, seppur giovanissima, all’atto del fotosegnalamento, in passato aveva già fornito 5 alias. Della vicenda è stata messa al corrente l’autorità giudiziaria del tribunale per i Minorenni. Le giovani si sono rifiutate di chiamare i propri genitori con molteplici scuse. Sono state così accompagnate in una comunità per minori di Padova da dove puntualmente sono fuggite. La Fiat Stilo è risultata intestata ad un nomade di Pordenone, che dovrà rispondere a sua volta di incauto affido di veicolo. Mancava anche in questo caso l’assicurazione e il mezzo è stato trovato sprovvisto di regolare revisione. Inevitabile l’arrivo del carroattrezzi e la confisca del veicolo. L’attività della Polizia locale di Ponte San Nicolò, che da un paio d’anni è consorziata con i comuni di Legnaro e Polverara proseguirà costante. 

Ultimo aggiornamento: 10:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA