Manifestazione no-green pass, in 5mila al parco Europa ammassati e senza mascherina

Sabato 13 Novembre 2021
Manifestazione no-green pass, in 5mila al parco Europa ammassati e senza mascherina
25

PADOVA - Più di 5mila persone sono giunte oggi, 13 novembre, al parco Europa di Padova, in via Venezia, per l’evento “Cento giorni da leoni” a cui ha aderito tutto il popolo No green pass. Quasi nessuno indossava la mascherina e nemmeno rispettava il distanziamento previsti dell’ordinanza firmata giovedì durante il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica dal sindaco Sergio Giordani. Sul palco anche Stefano Puzzer, il portuale a capo della protesta no-green pass di Trieste.

Nel corso della settimana erano stati due i provvedimenti emessi dalle autorità locali: da una parte il Prefetto ha vietato le piazze ai no pass, dall'altra il sindaco ha imposto l'obbligo di mascherina e distanziamento per i manifestanti. Le prescrizioni del sindaco non sono state rispettate; a breve potrebbero arrivare provvedimenti. A vigilare sulla manifestazione Polizia, Carabinieri e Digos.

La questura

La Questura di Padova rende noto che la manifestazione in programma nel pomeriggio presso il Parco d'Europa si è svolta regolarmente in forma statica, senza turbative  dell'ordine pubblico. Nel corso del deflusso, un manifestante ha contestato con veemenza la presenza della polizia a presidio di uno dei varchi di ingresso-uscita del Parco d'Europa. E' stato identificato ed allontanato dagli agenti in servizio e sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria.

« E' stata inoltre riscontrata - riporta la nota della questura - una diffusa inosservanza delle norme nazionali e della recente ordinanza del sindaco di Padova sull'obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie. In merito sono in corso specifiche attività, anche basate sull'analisi delle immagini dell'evento, che porteranno alla contestazione delle previste violazioni amministrative a carico di promotori e partecipanti alla manifestazione».

 

Il sindaco

«Devo constatare con amarezza che queste persone con il loro comportamento non sfidano me o le autorità, e che oltretutto come dichiarato dal Questore saranno sottoposte alle sanzioni previste, ma piuttosto il buon senso e la salute stessa, anche la loro». Così il sindaco di Padova Sergio Giordani commenta la manifestazione di oggi dei 'no Pass' in città. «I casi di Covid crescono ogni giorno e le terapie intensive tornano a riempirsi di non vaccinati», avverte. - «Io devo tutelare la salute di tutte e tutti, in particolare dei più fragili, proprio questo è il senso della mia ordinanza - sottolinea -. Registriamo comunque che per il primo sabato dopo tante settimane non abbiamo visto nelle piazze serpentoni con migliaia di persone senza mascherine e distanziamento, un passo significativo per la tutela della salute pubblica di tutti e anche di quella grande maggioranza di cittadini che hanno seguito sempre le regole con grande senso civico e di solidarietà». E conclude: «Ringrazio di cuore a nome di tutti i padovani il Prefetto e le Forze dell'Ordine per la loro preziosa e professionale attività».

 

 

Ultimo aggiornamento: 14 Novembre, 13:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA