Mercoledì 31 Luglio 2019, 21:36

«Incubo Bibbiano, così ci hanno sottratto nostra figlia di 40 giorni»

PER APPROFONDIRE: bimba, giudici, mamma, neonata, padova, venezia, violenza
«Così hanno sottratto la mia bimba  di soli 40 giorni, ora chiedo i danni»

di Angela Pederiva

Prima di Bibbiano, c’è stata Padova. Un caso piccolo per le statistiche, ma grande per le sofferenze, patite da una famiglia del Veneziano su cui per 9 mesi sono gravati i sospetti di maltrattamenti nei confronti di una neonata, mossi da alcuni medici dell’Azienda Ospedaliera, ma cancellati dai magistrati del Tribunale per i Minori e della Procura. Per questo ora che la bimba è tornata a casa, i suoi genitori hanno deciso di fare causa alla struttura sanitaria, chiedendo un risarcimento danni di 100.000...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Incubo Bibbiano, così ci hanno sottratto nostra figlia di 40 giorni»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 20 commenti presenti
2019-08-02 04:39:23
troppa superficialità da parte dei giudici che si affidano troppo alle false relazioni delle ass.sociali,ai disegni modificati ecc,ecc, c'è troppa corruzione e crudeltà e nessuno pensa veramente al bene dei bimbi,,vergogna
2019-08-01 15:26:38
GIUSTO il risarcimento. Ma glielo devono pagare assistenti sociali, medici e giudici del tribunale dei minori!
2019-08-02 07:30:54
pagare di tasca propria, visto che quando i casi sono eclatanti, prendiamo a caso per gli zingari ed il modo di vivere dei bambini super maltrattati, nessuno di questi assistenti entra nei campi zingari a prelevare i bambini?? perché, hanno paura di prendere le botte?
2019-08-01 12:00:52
Al di là di questi casi clamorosi invece io ritengo che spesso si cerchi troppo di tutelare le famiglie e si arriva a portare via i bambini quando sono già rovinati da famiglie incapaci, violente, inadeguate a seguire i figli. La fertilità non è meritocratica
2019-08-02 16:39:50
Anche questo è un pregiudizio e vabbè: sei per caso un solerte assistente sociale?