Vino "illegale", maxi sequestro dei Nas: sigilli in un'azienda del Padovano

PER APPROFONDIRE: alimenti, nas, padova, sequestro, udine, vino
Vino "illegale", maxi sequestro dei Nas: sigilli in un'azienda padovana
 I carabinieri del Nas di Udine, in collaborazione con personale dell'ispettorato repressione frodi, hanno sequestrato ad un'azienda del Padovano 1.800 ettolitri di vino prodotto in violazione dei disciplinari, avente gradazione inferiore al limite ammesso dalla legge.

Il vino sequestrato ha un controvalore di 40 mila euro. Sarà destinato alla distillazione. Il controllo è stato eseguito nell'ambito delle attività dei Carabinieri del Nas volte al contrasto alle frodi, agli illeciti ai danni dei consumatori e alla tutela e qualità delle indicazioni geografiche tipiche. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 22 Maggio 2019, 17:01






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Vino "illegale", maxi sequestro dei Nas: sigilli in un'azienda del Padovano
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 26 commenti presenti
2019-05-23 11:10:07
solo pronvicia di rovigo non può fare prosecco vedasi mappe,imbottigliamento se si legge indicazioni etichetta bottiglia anche in altre regioni...
2019-05-23 09:25:20
fermo restando che a padova non fanno il prosecco quel vino vale 0,22 euro al litro. vi lascio capire che roba è. naturalmente per farci grado o ci metti lo zuccero o parli con i vinicultori del sud come è sempre successo.
2019-05-23 16:03:52
Tu vivi con l'incubo del sud e non deve essere un gran bel vivere.
2019-05-24 00:12:35
Errore cop, il prosecco lo fanno anche a Marghera, alle Save, se poi ci metti anche lo zuccero si capisce che sei di fretta, non lesinare sul tuo tempo, dai qualche soddisfazione a te stesso.
2019-05-23 07:12:31
La frode e' sempre frode: vendere a caro prezzo un prodotto piu' scadente (forse: perché poi e' questione di marchio) e' un reato. Ma NON e' la stessa cosa di vendere vini adulterati, al metanolo, arricchiti di zuccheri o fatti con le "cartine" come i kit fai da te che si trovano su internet. D'altro canto siamo pieni di fini intenditori e degustatori di vini pregiati: se ti vendono per pregiato un vino che ha altre origini e continui a degustarlo senza accorgertene quello ti meriti.