Movida, vigilanti in piazza dei Signori e al Portello: si parte da questa sera

Mercoledì 3 Novembre 2021 di Alberto Rodighiero
Movida, vigilanti in piazza dei Signori e al Portello: si parte da questa sera

PADOVA - È corsa contro il tempo per schierare già da questa notte gli street tutor in piazza dei Signori e al Portello per monitorare la movida selvaggia. Ieri pomeriggi l'amministrazione comunale avrebbe dovuto sottoscrivere con la società Top secret di Ferrara (che si occupa di investigazioni, security e vigilanza) un contratto del valore tra 25mila e 30mila euro che da qui alla fine dell'anno consentirà di schierare 10 steward. Si tratta di vigilanti dotati di pettorina catarifrangente e materiale informativo, che presidieranno piazza dei Signori e il Portello, dove si concentra la movida universitaria. 


IL SERVIZIO

I tutor saranno in servizio il mercoledì, il venerdì e il sabato dalle 23 alle 3. Nel caso in cui la sperimentazione dovesse avere successo, il Comune è pronto a prorogare il servizio. «L'intesa è ormai raggiunta ha spiegato ieri l'assessore alla sicurezza Diego Bonavina. C'è stata solo qualche lungaggine organizzativo per la firma del contratto. Se riusciremo a fare presto, già dalla notte di mercoledì (oggi, ndr) gli steward inizieranno a essere operativi. Diversamente si partirà venerdì». «Queste figure ha messo le mani avanti Bonavina non avranno alcun compito repressivo. Semplicemente distribuiranno del materiale informativo sul comportamento da tenere nei luoghi pubblici, sulle norme previste dai regolamenti comunali e spiegheranno ai ragazzi cosa si può fare e cosa no. In caso di situazioni a rischio, si limiteranno ad avvertire le forze dell'ordine».  È evidente però che con la loro presenza i vigilanti avranno anche una funzione di presidio del territorio. Lasciarsi andare a comportamenti inappropriati quando a presidio della piazza ci saranno 10 persone pronte a chiamare i vigili urbani si spera diventerà meno semplice.


LE ACCORTEZZE

Non solo steward, però. Per rendere meno impattante la movida viste anche le durissime proteste dei residenti il Comune è pronto a mettere in campo anche altre iniziative. «Assieme a baristi e ristoratori abbiamo cercato di capire come si può evitare che piazza dei Signori e il Portello il mercoledì sera e durante il weekend a fine serata si riempiano di spazzatura ha spiegato sempre Bonavina. Una delle proposte messe in campo è quella che ogni locale si doti di bicchieri personalizzati, che possano essere utilizzati dai clienti più volte, anche in giorni differenti. In questo modo si eviterebbe l'abbandono di migliaia di bicchieri di plastica». «Dal canto loro ha concluso l'esponente della lista Giordani gli esercenti ci hanno chiesto di potenziare la presenze di cestini nelle due aree in questione». 
In questa operazione potrebbe essere coinvolta anche AcegasApsAmga che dovrebbe potenziare i sevizi di raccolta e spazzamento in determinati giorni della settimana in piazza dei Signori e al Portello. Insomma, palazzo Moroni preferisce portare aventi una linea morbida nei confronti della movida padovana. Una linea improntata al dialogo e alla promozione del decoro. Una linea che, con ogni probabilità, non piacerà a parecchi residenti, soprattutto quelli di piazza dei Signori, che a più riprese hanno invocato invece la linea dura da parte dell'amministrazione Giordani, arrivando addirittura paventare delle azioni legali nei confronti di palazzo Moroni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA